Stam: “Preferii il Milan a Inter e Juventus. Istanbul? Tante falsità”

Jaap Stam ha ricordato il suo trasferimento dalla Lazio al Milan e la finale di Champions League 2005 persa contro il Liverpool ad Istanbul, epilogo triste.

Jaap Stam
Jaap Stam (©Getty Images)

Jaap Stam oggi ha 47 anni e sono ormai lontani i tempi in cui era uno dei difensori più temuti dagli attaccanti. Ha scelto di fare l’allenatore e adesso è senza squadra, anche se non gli mancano delle offerte.

In un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, il tecnico olandese ha risposto in merito alla possibilità di tornare in Italia da allenatore: «Mi piacerebbe molto. Amo il calcio italiano, il vostro modo di vivere e di concepire lo sport. Prima tre anni alla Lazio, poi altri due nel Milan. Mi sono divertito parecchio. Se ci fosse un’opportunità seria di allenare in Serie A, la coglierei al volo».

Stam ha ricordato l’esperienza vissuta al Milan: «Mi volevano Juve e Inter, ma scelsi i rossoneri senza pensarci. Sono cresciuto con Van Basten, Gullit e Rijkaard, non potevo rifiutare. Guardavo a destra a vedevo Kakà, Inzaghi e Nesta; a sinistra c’erano Crespo, Cafu, Maldini e Gattuso. Ancelotti era il numero uno».

Jaap era presente nella finale di Champions League 2005 persa dal Milan contro il Liverpool ad Istanbul. Una tragedia, come ha ricordato: «Un incubo. Nel 1999 ho vinto il “treble” con lo United, ma mi chiedono sempre cos’è successo all’intervallo col Liverpool. Circolano storie da anni, tutte false. Ancelotti ci disse di tenere alta la guardia, ma subimmo 3 gol in 6 minuti e non ci riprendemmo più».

LEGGI ANCHE -> GALLIANI: “REDONDO LA PIU’ GRANDE DELUSIONE. CESSIONE KAKA’? VOLEVO SCAPPARE”