Terim: “Ho superato il coronavirus. Dispiace vedere il Milan così” 

Milan, l’ex rossonero Fatih Terim racconta la sua traumatica esperienza contro il coronavirus. Il tecnico, inoltre, commenta anche l’attuale momento storico del Diavolo. 

Fatih Terim (©Getty Images)

Fatih Terim ha vinto la sua personalissima partita contro il coronavirus. Il tecnico turco, in rossonero nel 2001, ha superato l’infezione da Covid-19 e ha raccontato la sua particolare esperienza a La Gazzetta dello Sport. 

“Sto bene, grazie mille”, esordisce l’imperatore. Fortunatamente, considerando anche i suoi 66 anni che lo comprendono in una fascia molto delicata, l’infezione non è entrata nella fase acuta: “Sono stato fortunato, ci siamo accorti del virus prima che si manifestassero tutti i sintomi, così abbiamo iniziato subito la cura. Ora sono a casa, mi sto riposando”.

Eppure, anche così, è comunque un’esperienza terribilmente traumatica come assicura il tecnico: “La parola paura non basterebbe nemmeno a spiegare quello che ho sentito. Penso che i miei amici italiani sopravvissuti al virus mi capiscano… Io credo che il mondo stia vivendo un esame molto importante e, attraverso la Gazzetta, vorrei fare le mie condoglianze ed esprimere la mia solidarietà più sincera all’Italia, la mia seconda casa. Che Dio aiuti tutti”. 

Nel corso della chiacchierata c’è spazio anche per un riferimento al suo vecchio Diavolo. Si dice amareggiato, Terim, nel vedere i rossoneri in questo stato: “Vedere il Milan lontano dalla corsa scudetto mi dispiace. Il Milan dovrebbe essere sempre in corsa per lo scudetto. Questo vale anche per la Fiorentina, sono due grandi società e spero torneranno presto al loro livello”. 

LEGGI ANCHE: MILAN, IBRAHIMOVIC RINNOVA A UNA SOLA CONDIZIONE