Osimhen, l’agente snobba l’Italia: “Troppo razzismo”

Difficilmente il talento nigeriano Victor Osimhen sbarcherà in Italia. Colpa, a detta del suo procuratore, di una piaga molto brutta.

Victor Osimhen
Victor Osimhen (©Getty Images)

Il futuro di Victor Osimhen non sarà in Italia. Lo ha ammesso oggi il suo agente, escludendo per ora a priori un trasferimento nel campionato di Serie A.

Intervistato dal portale Interdipendenza.net, il procuratore Jean-Gérard Benoit Czajka ha fatto sapere che nel destino di Osimhen, attaccante del Lille, non c’è l’Italia per una piaga sociale decisamente deprecabile.

“Victor in Serie A? Assolutamente no, non c’è nulla. Non credo possa completare il suo percorso di crescita in Italia, dove c’è un problema importante: il razzismo“.

Dichiarazioni brevi ma forti dell’agente. L’Italia da molti all’estero viene visto e considerato ancora come un paese dove il razzismo è forte e dilagante, dunque uno dei motivi per cui tanti talenti internazionali preferiscono non sbarcare.

Sta a noi e alle istituzioni sportive e non solo cancellare questa piaga. Urgono provvedimenti seri. Nel frattempo il Milan e l’Inter devono disdire ogni tipo di discorso su Osimhen.

LEGGI ANCHE -> MILAN, ECCO LA MAGLIA 2020-2021