Milan, spunta anche Mandragora per il centrocampo: le ultime 

Milan, idea Rolando Mandragora per la mediana. Classe 97, è in bilico tra Udinese e Juventus e il Diavolo sembra pronto a infilarsi. Ecco come è nata l’idea e perché potrebbe prendere forma. 

Rolando Mandragora (©Getty Images)

Milan, spunta anche il nome di Rolando Mandragora per il centrocampo rossonero. Lo riferisce a sorpresa La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Secondo quanto infatti svela il quotidiano, il 22enne in forza all’Udinese anche sarebbe sulla lista dell’Ad Ivan Gazidis per la prossima estate.

Si sarebbe silenziosamente mosso anche il Diavolo per il talento napoletano in bilico nel Friuli. Il giocatore, infatti, sarebbe pronto a tornare alla Juventus che eserciterà il contro-riscatto di 26 milioni di euro, ma solo per un patto tra i club e che poi vedrà nuovamente il giocatore in uscita.

Milan, idea Mandragora per la mediana?

Ed è qui che sarebbe pronto a inserirsi anche il club milanista. Del resto Mandragora è il prototipo perfetto per la linea tracciata da Elliott Management Corporation, e andrebbe a rinforzare una mediana che vedrà una potenziale rivoluzione in estate. Diversi addii ai quali dovranno rispondere altrettante entrate, affinché il reparto sia numericamente ribilanciato.

Come ormai noto, si partirà da Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura. I due senatori, in scadenza di contratto, non verranno confermati e saluteranno il Milan rispettivamente dopo tre e sei anni. Ma anche Frank Kessie, in quanto portatore di cash prezioso, potrebbe salutare. Così come resta da chiarire la situazione di un super deludente Lucas Paquetá.

Insomma, occhi puntati soprattutto sul centrocampo per il mercato in entrata. Così ecco che spunta anche l’ipotesi Mandragora, talentuoso classe 97 e stacanovista considerando che è il secondo giocatore italiano con più presenze negli ultimi tre campionati insieme a Federico Chiesa.

Per quanto riguarda l’Udinese, anche in caso di mancato controriscatto piemontese, sarà comunque addio. Come infatti riferisce la rosea, la società friulana si sta già guardando attorno per trovare un degno sostituto a prescindere da cosa deciderà di fare la Vecchia Signora. La cifra, in ogni caso, dovrebbe essere sempre quella: 25-26 milioni.

LEGGI ANCHE: PEPE REINA RACCONTA L’INCUBO CORONAVIRUS