Roj (Cmr): “Nuovo stadio ha ancora più senso. Darà identità a San Siro”

Le parole dell’amministratore delegato del progetto Cmr, che ha lavorato ad uno dei progetti per il nuovo impianto calcistico a Milano.

Roj nuovo San Siro
Nuovo stadio San Siro, progetto Cmr-Sportium (Foto CorSport)

Con l’emergenza Coronavirus e lo stop al calcio giocato, sembra essere rallentata anche la decisione sul prossimo stadio di Milan e Inter.

Uno dei progetti in lizza per costruire il cosiddetto ‘Nuovo San Siro‘ ha però fatto sapere di essere pronto a portare avanti il suo proposito.

Massimo Roj, amministratore delegato del progetto Cmr, ha parlato proprio oggi alla Repubblica della volontà di dare il meglio per Milan, Inter e per la città di Milano a livello di impianto.

Costruire lo stadio oggi ha ancora più senso, ma solo se lo si vede come una parte di un cambiamento, quello di un intero quartiere. Gli spazi per i grandi eventi collettivi possono rappresentare una leva potentissima per innescare processi virtuosi di rigenerazione urbana”.

Non solo importanza nello sport e nel calcio. Il progetto Cmr-Sportium a detta di Roj sarà fondamentale per rigenerare il quartiere di San Siro: “Queste strutture dovranno essere inserite in luoghi polifunzionali, dove sarà possibile trovare spazi che vanno dal commercio all’ intrattenimento, dal gioco agli sport minori, fino all’ arte e anche alla diagnostica. Diventeranno luoghi di ritrovo e di riferimento per l’intero quartiere: un brano di tessuto urbano che rinasce e che torna a congiungersi con il resto della città, come potrebbe avvenire nel quartiere di San Siro con il progetto del nuovo stadio”.

LEGGI ANCHE -> JOVIC VERSO IL SI AL MILAN!