Rangnick-Milan, dubbi sul ruolo: allenatore o manager?

Rangnick sempre più nel mirino del Milan, ma prima di tutto bisognerà fare chiarezza su quello che sarà il suo ruolo nel club.

Rangnick Milan dubbi ruolo
Ralf Rangnick (©Getty Images)

La prima scelta del Milan, o meglio di Ivan Gazidis, resta sempre puntare su Ralf Rangnick per il futuro del settore tecnico rossonero.

Il tedesco è il preferito dall’amministratore delegato del Milan. Ma nasce un dubbio pubblicato oggi dal Corriere dello Sport; quale sarà il futuro ruolo di Rangnick in rossonero?

Il 61enne infatti in carriera ha ricoperto sia la posizione di allenatore, nel concetto più classico del termine, sia quella più recente di general manager, ovvero capo dell’area tecnica con pieni poteri anche sul mercato.

Bisognerà capire dunque nel Milan che verrà se Rangnick potrà occupare l’una o l’altra posizione. Decisione che intaccherà pesantemente la stabilità di mister Stefano Pioli e di Paolo Maldini all’interno del club.

Gazidis ha la soluzione: preferirebbe che Rangnick avesse pieni poteri in linea generale, dunque che sia libero sia di allenare la squadra che di gestire l’intera area di competenza, calciomercato compreso

Una figura totale, non abituale nel mondo del calcio italiano, dove allenatori e direttori sportivi appaiono figure da sempre molto distinte.

Rangnick accetterebbe di buon grado il ruolo di manager a 360°, ma prima vuole chiarezza e certezze dal Milan. Altrimenti l’addio dall’universo Red Bull, per il quale ad oggi è Head of sport and development soccer, risulterà più complicato.

LEGGI ANCHE -> MILANELLO, IL PROGRAMMA DEGLI ALLENAMENTI