Lazio, regole non rispettate: partitelle in allenamento

Lazio, partitelle in allenamento e subito regole non rispettate: lo rivela il Corriere della Sera oggi in edicola. Ecco cosa è successo nel centro sportivo bianceleste in questi giorni. 

Felipe Caicedo (©Getty Images)

La Lazio è già in fase 3. Mentre tutte le squadre di Serie A si mobilitano per riorganizzarsi nel modo più sicuro possibile attraverso i vari protocolli, il club biancoceleste sembrerebbe già andato oltre il limite concesso.

Come infatti riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, gli uomini di Simone Inzaghi sarebbero già impegnati in alcune partitelle attualmente vietate dalle direttive del Governo. Mini partitelle, ovvero tre contro tre, ma pur sempre tali e soprattutto non concesse da regolamento.

Tutte – spiega il quotidiano – durano 4-5 minuti ciascuna e finiscono con “tre tocchi e gol di prima”, come richiesto direttamente dal tecnico biancoceleste. Per cercare di proteggere l’attività da sguardi indiscreti, è stata aggiunta anche un’ulteriore rete verde a protezione del campo Fersini.

Ma la barriera non è inviolabile: tra le piante, piuttosto, è possibile sbirciare e agli osservatori è tutto evidente. E in più si sentono chiare anche le urla del mister che a un certo punto, a risultato in bilico, dice “siamo tre a tre”. E siamo solo all’inizio…

LEGGI ANCHE: COPPA ITALIA, SPUNTA LA DATA DI JUVE-MILAN