Home Calciomercato Milan Calciomercato Milan – Gattuso “ritrova” Everton: accordo Napoli-Gremio

Calciomercato Milan – Gattuso “ritrova” Everton: accordo Napoli-Gremio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:32

Il Napoli avrebbe trovato l’accordo con il Gremio per Everton. Il giocatore è stato vicino al Milan per due sessioni di calciomercato consecutive.

Everton al Napoli
Everton Sousa Soares (©Getty Images)

Leonardo lo voleva portare al Milan di Gattuso a gennaio 2019. Adesso Rino potrebbe ritrovarselo al Napoli. Stiamo parlando di Everton, il talento brasiliano del Gremio: gli azzurri sono convinti di andare fino in fondo e Sportmediaset parla addirittura di un accordo raggiunto.

Aurelio De Laurentiis avrebbe fatto un’offerta da 25 milioni. Il Gremio avrebbe accettato, ma adesso c’è da convincere il ragazzo. Infatti Cebolinha non sarebbe ancora certo di dire sì al Napoli. Ci sta pensando e si è preso del tempo per decidere. Il Napoli gli avrebbe offerto un contratto di quattro anni a 4 milioni a stagioni.

LEGGI ANCHE >> MILAN, VIA LIBERA PER DEPAY: LE ULTIME NEWS

Calciomercato Milan, Everton verso il Napoli

Protagonista nella vittoria della Copa America del Brasile lo scorso anno, Everton è talento purissimo. Esterno tutto dribbling e velocità, sarebbe perfetto per il 4-3-3 di Gattuso. C’è qualche dubbio sul ruolo: su quel lato infatti c’è Lorenzo Insigne, ed Everton non gradisce la fascia destra, dove Callejon sembra sul viale del tramonto.

Probabilmente a questo è legato il dubbio del ragazzo che non ha ancora accettato l’offerta. Il Milan, come detto, ci aveva provato con Leonardo e poi anche con Maldini e Boban l’estate scorsa. Niente da fare: troppo alte le richieste del Gremio. Adesso le pretese sono più basse e il Napoli ne vuole approfittare.

Il Napoli, qualora dovesse andare in porto l’operazione, potrebbero abbandonare la pista Boga. Il giocatore del Sassuolo piace molto al Milan e questo potrebbe essere una sorta di via libera. C’è però da convincere il club emiliano, che fissa il prezzo ad almeno 30 milioni.

LEGGI ANCHE >> MASSARA TORNA ALLA ROMA?