Rangnick, un esercito per rivoluzionare il Milan

Il possibile prossimo allenatore-manager del Milan vuole con sé diversi uomini di fiducia, almeno uno in ogni settore societario.

Rangnick Nagelsmann ultime Milan
Ralf Rangnick e Julian Nagelsmann (Getty Images)

Se non sarà rivoluzione poco ci manca. Ralf Rangnick sta lavorando al progetto per cambiare il Milan, in tutti i settori specifici del club.

Il suo arrivo non significherà solo un classico cambio di allenatore. Rangnick vuole pieni poteri nell’area tecnica, così come pretende di portare con sé un buon numero di collaboratori e dirigenti fidati.

Come scrive Tuttosport, addirittura si ipotizza un piccolo esercito di uomini di fiducia. Ecco tutti i nomi possibili:

AREA TECNICA – Rangnick in questo settore vuole apportare una vera e propria rivoluzione. Pretende due collaboratori come Robert Klauss e Lars Kornetka, attuali assistenti di Nagelsmann al Lipsia.

In arrivo probabilmente anche due responsabili dell’area video: Daniel Ackermann e Fabian Friedrich, altri fedelissimi dell’universo Red Bull ed esperti nella video-analisi.

Rangnick vorrebbe con sé anche Frederick Gössling, 42enne preparatore dei portieri che vanta un metodo molto particolare. Possibile un dualismo con l’attuale allenatore di Donnarumma e compagni, l’ex portiere Luigi Turci, del quale il Milan si fida ciecamente.

PREPARATORI ATLETICI – Il metodo Rangnick si basa sul ‘Vier-Augen-Prinzip‘, ovvero il principio dei quattro occhi. In allenamento due preparatori osservano e gli altri due lavorano con la squadra sul campo, per poi scambiarsi i ruoli.

Il mentore di questo principio è Daniel Belhau, possibile futuro capo della struttura atletica, con tanto di programma speciale per mantenere intensità e muscolarità ad alto livello.

A Milanello si utilizzerà anche il sistema GPS per analizzare i dati fisici e atletici dei calciatori durante le sedute. Chi meglio di Dominik Cegla, altro braccio destro di Rangnick specializzato su questo tipo di lavoro.

AREA SCOUTING – Non si fanno nomi concreti in questo settore, ma Tuttosport parla del sicuro approdo a Milanello di un osservatore giovane e di talento.

Uno squalo del mercato che sappia individuare campioni in erba sotto i 23 anni, da inserire immediatamente nel progetto rossonero.

LEGGI ANCHE -> DUMFRIES-MILAN, IL PIANO PER L’ASSALTO