Milan, Rebic va blindato: il piano rossonero 

Milan, ecco il piano per blindare Ante Rebic. In prestito biennale in rossonero, il club non detiene un obbligo di riscatto ma ha tre carte a disposizione per la permanenza del 26enne. 

Rebic dubbi riscatto Milan
Ante Rebic (©Getty Images)

Ante Rebic e Luka Jovic, è questo il tandem su cui il Milan punterebbe volentieri per la prossima stagione. Ovvero quella vecchia e fantastica coppia che all’Eintracht ha fatto faville tra il 2017 e il 2019. Ma servirà innanzitutto blindare l’attuale rossonero per riuscirci.

Giunto in prestito biennale quest’estate, il club rossonero non detiene nessun obbligo di riscatto con una cifra fissa stabilita. Andrà tutto rinegoziato dunque, con la società tedesca pronta a far leva sull’exploit del croato e sulla vena realizzativa mostrata in questo 2020.

Ma il Milan, riferisce il Corriere dello Sport oggi in edicola, forte della volontà del giocatore di restare al Diavolo, anche ha una sua strategia alla base. Ovvero innanzitutto sfruttare il rendimento dall’altra parte di André Silva per abbassare il prezzo, poi cercare di temporeggiare il più possibile per avvicinarsi alla scadenza col club tedesco.

Il termine ultimo del contratto, infatti, è il 2022. E portarsi il più vicino possibile significa rischiare da una parte (non troppo se si ha il giocatore dalla propria parte), ma poter giocare sul prezzo dall’altra senza essere incalzati da cifre super. Sarà così, quindi, che Elliott proverà a blindare il proprio capocannoniere.

LEGGI ANCHE: MILAN, POTREBBE ESSERCI UN NUOVO CLAMOROSO RITORNO