Ibrahimovic out, così Pioli riorganizzerà il Milan

Ecco come ripartirà il Milan senza Zlatan Ibrahimovic. Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, il tecnico Stefano Pioli ha già fatto le prime prove tecniche ieri a Milanello. 

Leao Ibrahimovic
Rafael Leao e Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Come riorganizzarsi, adesso, senza Zlatan Ibrahimovic? Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, Stefano Pioli è già corso ai ripari ieri a Milanello con le prime prove tecniche per far fronte all’emergenza. Una cosa è già certa: si ripartirà dal classico 4-2-3-1 senza alcun cambio di modulo per fronteggiare la criticità.

Sarà poi Rafael Leão a candidarsi come sostituto dello svedese. Uno scenario, questo, che porterà anche alla promozione in prima squadra di almeno due tra Daniel Maldini, Riccardo Tonin ed Emanuele Perocino per riequilibrare il tutto a livello numerico. Ma andrà necessariamente risolto il problema gol in questo rush finale senza Ibra per chiudere in un modo dignitoso.

Perché dietro lo svedese, Ante Rebic e Theo Hernandez, dal punto di vista realizzativo, c’è il vuoto. L’attaccante croato è arrivato a quota sei dall’exploit di gennaio, mentre l’esterno francese ne ha collezionati cinque di gol. Poi nulla più.

Ecco perché servirà uno sprint importante da altri fronti per restare a galla. Ci sarà bisogno di cattiveria sotto porta dai vari Samuel Castillejo, Hakan Calhanoglu, Ismael Bennacer, Frank Kessie e non solo. Tutti, anche quelli in panchina, dovranno metterci quel quid in più per portare il Diavolo in Europa.

LEGGI ANCHE: MILAN, DUE NOMI CALDI PER SOSTITUIRE MILIK