Home Milan News Assoagenti: “Calciatori in scadenza possono rifiutare di giocare”

Assoagenti: “Calciatori in scadenza possono rifiutare di giocare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:53

Beppe Galli, presidente di Assoagenti, ha parlato della situazione dei calciatori in scadenza di contratto a giugno 2020. Serve un accordo con la FIGC.

riflessioni rinnovo Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

La stagione 2019/2020 non si chiuderà il 30 giugno e ci si è subito posti il problema di quei giocatori che hanno un contratto in scadenza in tale data.

Al Milan, ad esempio, ci sono Zlatan Ibrahimovic e Giacomo Bonaventura. Ma tante squadre hanno calciatori in tale condizione. Un accordo è necessario per farli scendere in campo fino al termine della stagione, che si concluderà ad agosto.

Beppe Galli, presidente di Assoagenti, a Radio Punto Nuovo ha parlato dell’argomento: «In questo momento un qualsiasi giocatore in scadenza al 30 giugno può dire arrivederci. La Federazione dovrebbe intervenire sul prolungamento dei contratti, ma finora solo parole. I giocatori come Callejon in teoria possono rifiutarsi di giocare oltre la scadenza del proprio contratto. Copertura assicurativa? Ogni giocatore ha una sua polizza personale, quindi si gestisce con il proprio assicuratore. Ogni agente parlerà col proprio assicuratore per prolungare o fare una polizza aggiuntiva».

Galli aspetta ancora risposte concrete dalla FIGC, che deve accelerare su questo fronte per evitare che possano sorgere problemi: «Noi agenti abbiamo fatto diverse richieste e stiamo aspettando un incontro con la Federazione. Finora zero risposte, hanno parlato tutti, gli agenti non sono mai stati interpellati. Il giocatore è tutelato dall’agente, non da altri personaggi, quindi la Federazione dovrebbe fare un po’ di attenzione in tal senso».

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Milan – Rodriguez ha scelto il suo futuro