Home Milan News Milan, Yonghong Li accusa Scaroni: “Conflitto di interessi”

Milan, Yonghong Li accusa Scaroni: “Conflitto di interessi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:43

Yonghong Li attacca Paolo Scaroni, oggi presidente del Milan e membro del CdA quando lui era proprietario del club rossonero. Accuse pesanti dell’uomo d’affari cinese.

Yonghong Li accusa Scaroni
Yonghong Li (©Getty Images)

Yonghong Li accusa Paolo Scaroni di conflitto di interessi per quanto concerne le vicende che hanno riguardato il Milan. L’imprenditore cinese ha parlato a Forbes.

Queste le sue dichiarazioni sull’attuale presidente rossonero: «Era cordiale e sembrava conoscere tutti in Italia, in particolare Milano. All’epoca in cui ci fidavamo di lui, era il nostro membro del consiglio di amministrazione e ora è presidente. E come noi, non sono sicuro che Rothschild fosse pienamente consapevole di ciò che Scaroni facesse dietro alle quinte e che usasse qualsiasi informazione privilegiata a proprio vantaggio o a beneficio di Elliott».

Yonghong Li fa riferimento al fatto che, dopo la stretta della Cina sugli investimenti nel calcio, lui ha dovuto trovare soluzioni diverse per comprare il Milan nel 2017. Aveva già versato 200 milioni di euro in caparre e si era rivolto a Rothschild, una dei più importanti istituti bancari internazionali. Dal 2014 Scaroni è vicepresidente di Rothschild & Co Italia.

Il manager italiano ha avuto un ruolo chiave nell’operazione che ha portato il fondo Elliott Management Corporation a prestare a Yonghong Li i soldi necessari per l’acquisizione del club. Scaroni aveva rapporti con l’hedge fund americano fin dal 2015, stando a quanto riportato da Forbes. E conosceva molto bene anche Silvio Berlusconi, sotto il cui Governo divenne amministratore delegato Enel nel 2002.

Nonostante la loro reputazione di banca in grado di fornire soluzioni creditizie complesse, Rothschild non è riuscito a trovare finanziamenti alternativi per Yonghong Li. Quest’ultimo ha dovuto rivolgersi a Elliott Management Corporation per ottenere un prestito a breve scadenza e con alti tassi di interesse.

Presto si è capito che tornare i soldi sarebbe stato difficile. Ogni tentativo di rifinanziamento del debito è fallito, di conseguenza l’imprenditore cinese ha perso sia il Milan che tutti i milioni investiti. Il club è finito in mano al fondo americano guidato da Paul Singer.

Yonghong Li ha dichiarato: «Guardando indietro, è impossibile ignorare il ruolo del signor Scaroni in tutto questo. Il conflitto di interessi non potrebbe essere più evidente per noi»

Yonghong Li e David Han Li, riporta Forbes, si sono anche sentiti danneggiati da una serie di fughe di informazioni top-secret all’interno del club, nonché da attacchi offensivi sulla loro credibilità e proprietà personali.

L’ex numero 1 del Milan è convinto che Scaroni abbia avuto un ruolo importante in quanto successo. A suo avviso non è un caso che proprio Scaroni sia diventato presidente della società rossonera.

LEGGI ANCHE -> Pioli cambia modulo per Juventus-Milan: le ultime news