Modric: “Mi immaginavo al Milan, mi sarei visto bene”

Milan, parla Luka Modric. Intervistato da La Gazzetta dello Sport di oggi, il campione croato commenta il mancato trasferimento in rossonero e svela le sue intenzioni future.

Luka Modric (©Getty Images)

Luka Modric esce allo scoperto. Dopo mesi di mormorii e indiscrezioni a proposito di un possibile approdo al Milan, l’ex pallone d’oro ne ha parlato direttamente in un’intervista per La Gazzetta dello Sport oggi in edicola.

La prima conferma è una vecchia attrazione per i colori rossoneri, grazie a una vecchia bandiera milanista nonché ex dirigente: Zvonimir Boban. “Era un mio idolo e papà, quando ero piccolo, mi comprò una tuta rossonera”, racconta il 34enne croato.

A proposito di un trasferimento al Diavolo, invece, Modric ne ha parlato così: “Mi immaginavo calciatore del Milan ma è andata diversamente… e quando arrivi al Real è difficile pensare di andare altrove. Se a Madrid le cose non fossero andate bene, mi sarei certamente visto bene in Serie A. Ma onestamente, la priorità è sempre stata Madrid”.

Ora non resta che seguire da lontano quella squadra che lo ha ispirato nella fanciullezza e nell’adolescenza. Un simbolo mondiale purtroppo in declino da ormai troppo tempo: “Vi guardo e sono dispiaciuto per il Milan. Il vero Milan manca all’Italia e all’Europa”.

Modric adesso ha le idee chiare per il futuro per questo rush finale di carriera: “Sono sicuro di poter giocare ad alto livello ancora per due anni, poi si vedrà. Vorrei finire la carriera al Real, ma dipenderà anche dalla società”. 

E c’è anche un progetto per il domani più lontano: “Di certo, farò il corso da allenatore. La nazionale per noi è un sentimento al di sopra del calcio, sia da giocatore che da c.t. sarei onorato di esserci”.

LEGGI ANCHE: ESPULSIONE REBIC, ARRIVA LA DECISIONE DELLA SOCIETA’