Ibrahimovic-Pioli, Europa e poi addio: il destino è segnato

Milan, rush finale e poi addio per Zlatan Ibrahimovic e Stefano Pioli. Come infatti riferisce il CorSera oggi in edicola, il destino è ormai segnato ma entrambi vogliono salutare a testa alta. 

Ibrahimovic Lazio Milan

Vincere per poi salutarsi. Come riferisce il CorSera oggi in edicola, è questo la doppia missione di Zlatan Ibrahimovic e Stefano Pioli. Perché nonostante tutti le ottime indicazioni che continuano a giungere dai due, il destino sembra tuttavia ineluttabile.

Per quanto riguarda lo svedese, il suo futuro è ormai altrove. Col passare delle settimane, infatti, il campione sembra essersi convinto sempre di più di voler tornare a casa. C’è quella grande villa di Stoccolma ad attenderlo, dove c’è la moglie Helena e i suoi due figli che non lo hanno seguito in questa avventura milanese.

Il 38enne non intende fare un’altra stagione da parafulmini di ragazzi e lo ha detto chiaramente all’Ad Ivan Gazidis nel duro faccia a faccia di qualche settimana fa. “Questo non è più il mio Milan”, tuonò infatti l’attaccante scandinavo.

Il suo futuro è dunque l’Hammarby, club di cui è diventato comproprietario da diversi mesi a questa parte. Chi gli sta vicino assicura che Zlatan ne sia diventato il primo tifoso. E’ lì che ha deciso dove chiudere la carriera, ma non prima di aver fatto di tutto per trascinare il Diavolo al traguardo europeo.

Pioli, da uomo di mondo, ha invece compreso che il progetto del domani sarà nelle mani di Ralf Rangnick. L’ipotesi di una sua permanenza in panchina col tedesco supervisore circola e se n’è parlato, ma la soluzione sembra non convincere il management. Sarà addio dunque, ma a testa altissima.

LEGGI ANCHE: MILAN-JUVENTUS, ECCO LA FORMAZIONE SCELTA DA PIOLI