Super Milan a San Siro, Juventus ribaltata con un poker

Racconto e risultato finale del match Milan-Juventus del campionato Serie A 2019/2020. Sempre molto attesa questa gara nonostante l’assenza di pubblico. 

Milan Juve risultato finale
Kessie, Rebic e Leao esultano (Getty Images)

Stasera a San Siro si è disputata Milan-Juventus, partita valida per la 31ª giornata del campionato Serie A 2019/2020.

Il risultato finale di 4-2 premia la squadra di Stefano Pioli, finita sotto di due gol a inizio ripresa a causa dei gol di Rabiot e Cristiano Ronaldo, ma poi capace di farne quattro: segnano Ibrahimovic (rigore), Kessie, Leao e Rebic.

Serie A, Milan-Juventus: racconto del primo tempo

Primi minuti di grande equilibrio a San Siro. Il Milan ha un atteggiamento determinato, affronta la Juventus senza paura. I ritmi di gioco sono discreti, anche se si fatica ad andare al tiro.

All’8′ buona azione rossonera, che però termina con un tiro debole di Saelemaekers da buona posizione. Il belga col mancino non è riuscito ad angolare e dare forza. Al 10′ punizione tagliente di Bernardeschi, che per poco non trova la testa di Bonucci.

Al 13′ tentativo di Cristiano Ronaldo, che rientra sul destro e prova a battere Donnarumma: palla fuori di poco con deviazione. Un minuto dopo ci prova Rabiot dalla distanza, pallone altissimo. Fase di gioco dove è la squadra di Sarri ad aumentare i ritmi e a rendersi più insidiosa.

Al 23′ ingenuità della Juve, c’è Ibrahimovic che dall’interno dell’area calcia di sinistro ma il tiro viene “strozzato” e Szczesny para facilmente. Poteva finire diversamente l’azione. Al 25′ assist rasoterra di Theo Hernandez per Ibra, che di prima intenzione tira di sinistro però non abbastanza forte: Szczesny para ancora senza affanni.

Il Milan ha risposto alla precedente accelerata della Juve. Al 31′ ammonito Paquetà per fallo su Bentancur. Al 36′ cartellino giallo pure per Ismael Bennacer, che ha rifilato un pestone a Pjanic. Due minuti dopo bella azione bianconera che libera Danilo al tiro, ma Kjaer si immola di testa e devia in corner.

Finale di primo tempo con tanta lotta in campo. Due minuti di recupero concessi dall’arbitro Guida. Nel secondo buona azione della Juve, con Higuain che arriva al tiro in area ma Theo Hernandez smorza e facilita la parata di Donnarumma.

Sul ribaltamento di fronte gol annullato a Ibrahimovic per fuorigioco. Su assist di Paquetà lo svedese era arrivato davanti a Szczesny battendolo, ma purtroppo era oltre la linea difensiva bianconera. Finisce 0-0 il primo tempo a San Siro.

Milan-Juve, cronaca del secondo tempo

Dopo l’intervallo Pioli mette subito Calhanoglu al posto di Paquetà. Al 47′ gol dopo azione solitaria di Rabiot, che di sinistro da fuori area fa partire un bel tiro che batte Donnarumma. Il francese è stato ostacolato male dai giocatori rossoneri, che lo hanno fatto arrivare troppo facilmente vicino all’area.

Al 53′ Cristiano Ronaldo fa 2-0: si inserisce bene alle spalle di Romagnoli e Kjaer, poi trafigge Donnarumma. Al 57′ buona azione del Milan che termina con un tiro di Calhanoglu deviato, la palla si impenna e Szczesny blocca.

Al 60′ Pioli mette Leao al posto di Saelemaekers. Un minuto dopo Guida va al VAR a controllare un tocco sospetto di Bonucci col braccio e concede calcio di rigore, ammonendo anche il difensore bianconero. Ibrahimovic al 62′ fa 1-2 dagli 11 metri.

Al 66′ Kessie fa 2-2! Buona sponda di Ibra per l’ivoriano, che elude l’intervento di Bonucci e poi batte Szczesny. Pioli mette Bonaventura per Ibrahimovic dopo il gol. E Rafael Leao fa subito 3-2 con un tiro sul primo palo deviato da Rugani che beffa Szczesny.

Sarri mette Douglas Costa, Ramsey e Matuidi per Higuain, Rabiot e Pjanic. Al 73′ Conti ammonito per fallo su Danilo. Al 75′ Milan vicino al 4-2 con Rebic, che si infila bene alle spalle di Rugani e poi calcia di sinistro trovando Szczesny pronto alla respinta, poi Leao non riesce a calciare.

Al 77′ Sarri inserisce pure Alex Sandro per Cuadrado. Un minuto dopo Donnarumma salva il Milan su colpo di testa di Rugani sugli sviluppi di un corner. All’81’ follia difensiva della Juventus, il pallone viene regalato a Bonaventura che in area serve Rebic, che di prima intenzione di sinistro batte Szczesny: 4-2 Milan!

All’82’ Conti esce per fare spazio a Calabria, mentre Krunic rimpiazza Rebic. I bianconeri provano il forcing per riaprire la partita. All’86’ Alex Sandro ci prova dalla distanza, palla alta. Poco dopo tentativo di Bentancur, pallone ancora alto. Al 90′ Calhanoglu su punizione chiama Szczesny alla parata in angolo.

Sei minuti di recupero concessi dall’arbitro Guida. La Juve ci prova, ma il Milan si difende bene. Al 95′ Cristiano Ronaldo segna, è fuorigioco netto e gol annullato dunque. Al 96′ i rossoneri possono esultare, vittoria 4-2!

LEGGI ANCHE -> Milan Juventus 4-2, video gol e highlights: la sintesi della partita