Milan-Juventus 4-2, la moviola: rigore giusto, Guida da applausi 

Milan-Juventus 4-2, la moviola del Corriere dello Sport sul big match di ieri all’Olimpico. Applausi per il fischietto Marco Guida protagonista di una prestazione super con decisioni impeccabili su ogni fronte. 

Milan-Juventus (©Getty Images)

Milan-Juventus 4-2, ottima prestazione dell’arbitro Marco Guida ieri allo stadio San Siro. Come infatti evidenzia il CorSport oggi in edicola, non ci sono state grossa sbavature da parte del fischietto napoletano.

Il primo episodio avviene dopo la mezz’ora di gioco, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo si registra un contatto tra Zlatan Ibrahimovic in gamba tesa e Cristiano Ronaldo che abbassa la testa nel tentativo di impattare col pallone. Giusto, secondo il quotidiano, non fischiare non essendosi trattato di un intervento duro o netto.

Corretta anche la decisione di annullare per la rete di Ibra a fine primo tempo, per netto fuorigioco, su assist in profondità di Lucas Paquetá. Coerente anche il verdetto sul calcio di rigore assegnato ai rossoneri nel secondo tempo: come certificato anche dal VAR, il tocco di mano di Leonardo Bonucci è netto.

Sul 3-2 poi il fischietto si supera concedendo il vantaggio quando Daniele Rugani stende Ante Rebic, anche se tutti si aspettano l’intervento dell’arbitro: giustissimo concedere il vantaggio, peccato però che poi manchi il giallo al difensore. Allo scadere, inoltre, annulla giustamente una rete di Ronaldo per off-side.

Ponderati anche i cartellini gialli: Paquetá stende Rodrigo Bentancur in maniera troppo decisa, Ismael Bennacer invece assesta un pestone a Miralem Panjc. Il giallo per Rebic è per proteste e ci sta, così come quello rimediato da Andrea Conti per un duro intervento su Danilo nel finale. Inevitabile, infine, quello di Bonucci.

LEGGI ANCHE: PIOLI, RIPENSAMENTO DI ELLIOTT? ECCO COSA FILTRA