Niente scudetto: con Ibra Milan da Champions

Le parole di Ibrahimovic di ieri sera hanno portato ad analizzare i numeri del Milan dal suo arrivo. Niente scudetto ma un piazzamento in Champions League

Ibra Milan da champions
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic ha cambiato il Milan. Da quando è arrivato lo svedese il cammino dei rossoneri è decisamente migliorato e a dirlo sono i numeri. Quasi certamente non sarebbe arrivato lo scudetto ma con l’ex Galaxy in campo dalla prima giornata il Diavolo avrebbe sicuramente lottato per un posto in Champions League.

Il Milan ha accolto Ibrahimovic il 2 gennaio scorso. Prima del suo arrivo i rossoneri si trovavano all’11esimo posto in classifica con un totale di 21 punti, 16 gol fatti e 24 concessi. Donnarumma e compagni – come riporta ‘Sky Sport’ – viaggiavano dunque ad una media di 1,2 punti a partita, davvero troppo pochi.

Colo sbarco di Ibra, il Milan ha giocato 14 match, 11 con lo svedese, che è andato a segno ben 5 volte e servendo 3 assist.

I numeri parlando chiaramente: i punti raccolti sono 28, così la media è salita a 2,00. Ma sono migliorati anche i gol fatti (27) e quelli subiti (15).

L’effetto Ibra è davvero evidente e la classifica ne giova. Il Milan con i suoi 28 punti sarebbe al quarto posto, a soli 5 punti dalla Juve capolista, a 4 dall’Atalanta e 3 dalla Lazio.

I cugini dell’Inter, con una partita in meno, staccati momentaneamente di sei lunghezze. Numeri che fanno certamente riflettere e che magari potrebbero spingere la società a continuare a puntare sul campione svedese.

LEGGI ANCHE: UFFICIALE L’ADDIO DI SARR