Scaroni: “Persi 30 milioni col lockdown. Stadio pronto nel 2024”

Paolo Scaroni è positivo sulla realizzazione del progetto stadio di Milan e Inter. Spiega anche l’impatto negativo sul bilancio rossonero del coronavirus.

Paolo Scaroni su bilancio e stadio
Paolo Scaroni (©Getty Images)

Paolo Scaroni nell’intervista concessa al Corriere della Sera ha specificato quanto il Milan abbia perso a causa del lockdown, che per tutti ha provocato perdite di bilancio.

Il presidente rossonero si è così espresso sull’argomento: «Circa 30 milioni, tra mancati incassi da stadio e qualche entrata in meno dagli sponsor. Abbiamo dovuto posticipare molte decisioni, di mercato e non solo: le prenderemo ad agosto».

Scaroni ha ribadito l’importanza della costruzione del nuovo stadio per aumentare i ricavi e avere una svolta anche tecnica: «Lo stadio sarà pronto per il 2024. Credo siamo sulla strada giusta. Il Comune ci ha fatto una proposta che non ci piace molto perché ha ridotto le nostre richieste di costruzioni, ma che abbiamo accettato perché dovrebbe risolvere la parte politica della questione. Oggi sono ragionevolmente ottimista».

Il Comune di Milano ha alleggerito la propria posizione, anche se Milan e Inter hanno comunque fatto delle rinunce. Il presidente rossonero commenta: «Si fa fatica a dire di no a un progetto che dà lavoro a 3 mila persone, in una città così colpita. Poi sarà lo stadio più bello del mondo».

Scaroni è ottimista sulla realizzazione del progetto stadio. Le trattative con l’amministrazione hanno subito un’accelerata positiva nelle scorse settimane. Adesso mancano ancora alcuni tasselli da sistemare, però è ipotizzabile che tutto filerà abbastanza liscio.

LEGGI ANCHE -> Scaroni: “Rangnick, fiducia in Gazidis. Maldini? Chiedete a lui”