Ibrahimovic super, doppietta e assist: poker Milan alla Sampdoria

Sampdoria Milan risultato finale
Sampdoria-Milan (©Getty Images)

Stasera allo stadio Luigi Ferraris di Genova si è giocata Sampdoria-Milan, partita valida per la 37ª giornata del campionato Serie A 2019/2020. All’andata a San Siro finì 0-0.

Il risultato finale a Marassi stavolta premia la squadra di Stefano Pioli, che vince per 4-1. Apre Zlatan Ibrahimovic di testa, poi nella ripresa segnano prima Hakan Calhanoglu (assist Ibra) e poi di nuovo lo svedese. Gigio Donnarumma para un rigore a Gonzalo Maroni, poi subisce la rete di Kristoffer Askildsen. Nel recupero Rafael Leao fa poker. Il Diavolo accorcia a -1 dalla Roma, che affronta il Torino in trasferta stasera.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Milan news, Massara: “Non serve vedere Raiola. Fiduciosi su Ibra e Donnarumma”

Serie A, Sampdoria-Milan: cronaca primo tempo

Primissimi minuti di match equilibrati, ma il Milan al 4′ va in vantaggio con Ibrahimovic. Grande giocata di Rebic sulla sinistra, cross perfetto per il colpo di testa di Zlatan e rossoneri avanti 1-0 a Genova.

Due minuti dopo lo svedese prova a beffare Falcone con un tiro da lontano, ma il pallone termina alto sopra la traversa. All’8′ bella azione di Theo Hernandez, che dopo la combinazione con Rebic arriva al tiro in area col destro ma trova Falcone bravo a evitare il 2-0 milanista. Successivamente ci prova Calabria col destro al volo, però il portiere blucerchiato riesce a respingere.

Al 10′ prima iniziativa offensiva della Sampdoria, che arriva al tiro da fuori area con Linetty ma il pallone termina a lato della porta di qualche metro. Un minuto dopo Calhanoglu serve una bella palla a Rebic, che davanti a Falcone si fa deviare la conclusione in corner. Altra chance per il raddoppio del Milan.

La squadra di Ranieri alza il baricentro e prende coraggio. Al 16′ Depaoli prova il diagonale rasoterra di destro da posizione interessante, ma non trova la porta. I ragazzi di Pioli sono meno aggressivi e concedono qualcosa ai padroni di casa.

Al 20′ Calabria rimane a terra in area blucerchiata dopo aver messo male la caviglia sinistra in seguito a un contatto. Deve uscire dal campo, ma dopo le cure mediche rientra. Al 23′ Ramirez da buona posizione ha una chance interessante, però sul piede sbagliato (il destro) e il suo tiro appena fuori area non impensierisce Donnarumma, che blocca facilmente.

Al 29′ Quagliarella ci prova al volo in area su cross di Depaoli, ma non colpisce bene. Un minuto dopo Milan vicinissimo al 2-0 con Ibrahimovic, il cui tiro a botta sicura su cross di Theo Hernandez viene deviato in corner da Colley. Al 31′ Gabbia ci prova col sinistro dalla distanza, palla fuori anche se non di tantissimo.

Al 36′ ammonito Bereszynski per tocco di mano fuori area.  Su punizione Calhanoglu va a un passo dal 2-0, pallone vicino all’incrocio. Al 38′ impressionante accelerazione di Theo Hernandez, che arriva al cross verso il centro dell’area trovando Saelemaekers impreciso nel calciare di sinistro da ghiotta posizione: palla altissima.

Al 42′ Jankto di testa manda alto in area. Tre minuti dopo Calhanoglu prova la botta col destro dalla distanza, pallone alto. Quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro Pasqua. Ammonito Rebic per gesto scorretto verso Ramirez: era diffidato, salterà il match col Cagliari. Il primo tempo di Sampdoria-Milan termina 0-1 con gol di Ibrahimovic.

LEGGI ANCHE -> Bild – Rangnick saluta la Red Bull: addio vicino

Serie A, Sampdoria-Milan: cronaca secondo tempo

Dopo l’intervallo Pioli mette Rafael Leao per Rebic, nervoso nel finale di primo tempo. Invece Ranieri mette Maroni per Ramirez, probabilmente per lo stesso motivo. Al 51′ punizione dal limite per la Sampdoria, Quagliarella calcia forte e Donnarumma respinge, poi Colley di testa non riesce a mettere in gol.

Al 52′ Calhanoglu fa 2-0 su assist di testa di Ibrahimovic. Il turco, sfruttando anche la scivolata di Colley, a pochi metri dalla porta trafigge Falcone. Inizialmente l’arbitro Pasqua aveva annullato per presunto fallo di Hakan, ma dopo aver controllato al monitor ha convalidato la rete.

Al 58′ Calhanoglu restituisce il favore a Ibrahimovic, che in area di sinistro batte Falcone e fa 3-0. Al 60′ Augello supera bene Calabria e arriva al cross da posizione pericolosa, pallone in corner. Poco dopo Donnarumma respinge il tiro ravvicinato di Quagliarella, super riflesso.

Al 62′ Pioli mette Bonaventura e Castillejo per Calhanoglu e Calabria. Quest’ultimo ha un problemino al flessore della coscia destra. Al 67′ Maroni ci prova dalla distanza, ma Donnarumma para facilmente. Due minuti dopo Kessie impegna col sinistro Falcone, che riesce a respingere. Successivamente tentativo di Leao, palla fuori.

Al 71′ occasione Samp, ma Jankto a porta vuota non sfrutta la deviazione di pugno non precisa di Donnarumma. Al 75′ Sampdoria pericolosa, ma Gabbiadini liscia la conclusione in area su assist al bacio di un compagno. Al 77′ fallo di Kjaer sul neo-entrato Bertolacci, l’arbitro Pasqua concede calcio di rigore dopo l’on field review. Donnarumma respinge il penalty di Maroni!

Al 79′ Pioli mette Biglia e Paquetà per Kessie e Ibrahimovic. All’82’ Jankto prova a beffare Donnarumma da posizione defilata, ma la palla finisce sull’esterno della rete. All’87’ gol bellissimo di Askildsen, che batte Donnarumma con un tiro preciso di destro dalla distanza, palla all’incrocio praticamente.

Quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro Pasqua. Nel primo Castillejo fa una buona azione personale e arriva al tiro, ma non trova il gol. Lo trova invece Rafael Leao, che fa 4-1 con un tiro destro dal limite che non lascia scampo a Falcone. Allo scadere del recupero il Milan può esultare per la vittoria.