Cannavaro sul Milan: “Non l’ha cambiato Ibrahimovic”

Fabio Cannavaro non ritiene Zlatan Ibrahimovic l’uomo decisivo per il cambio di rotta del Milan in questa stagione. È un altro ad avere questi meriti, per lui.

Cannavaro su Ibrahimovic e Pioli
Fabio Cannavaro (©Getty Images)

Il Milan nel 2020 ha avuto un rendimento molto positivo, soprattutto nel periodo post-lockdown. La squadra è apparsa trasformata, il gioco è stato finalmente efficace e sono arrivati risultati.

C’è chi dà grandi meriti a Zlatan Ibrahimovic per il cambiamento del Milan. Ma secondo Fabio Cannavaro, intervistato dal quotidiano Tuttosport, i meriti sono soprattutto di Stefano Pioli: «Lo ha cambiato Pioli, non Ibra. Zlatan, però, ha aggiunto sfrontatezza e con la sua leadership trascina tutti. Non mi stupisce: quando era un bambino, ai tempi della Juventus, ha imparato da me a essere un leader… (risata, ndr)».

Secondo l’attuale allenatore del Guangzhou Evergrande, è stato il lavoro di Pioli il fattore maggiormente incisivo nella svolta del Milan. Ovviamente il contributo di Ibrahimovic c’è stato, è innegabile, ma sarebbe sbagliato dare tutti i meriti a lui. C’è un lavoro di collettivo che ha portato il Diavolo a cambiare marcia e il tecnico ha svolto un ruolo fondamentale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Milan, fissata la data del raduno: testa all’Europa League