Milan, cessione di Paquetà difficile: gli scenari possibili

Per il Milan non sarà facile vendere Lucas Paquetà nel prossimo calciomercato. Il brasiliano viene da una stagione negativa. Poche soluzioni per il futuro.

Paqueta cessione difficile Milan
Lucas Paquetà (©Getty Images)

Il Milan ha le idee abbastanza chiare sui giocatori da confermare e quelli da vendere nella prossima sessione del calciomercato. Tra coloro che dovrebbero lasciare Milanello c’è Lucas Paquetà.

Il centrocampista brasiliano è stato protagonista di una stagione negativa e non sembra rientrare nel progetto di Stefano Pioli. L’ex Flamengo è stato praticamente l’unico giocatore che il mister rossonero non è riuscito a rivitalizzare durante la sua gestione.

LEGGI ANCHE -> Aurier, i conti non tornano: il Milan vira su Dumfries?

Calciomercato Milan, che futuro per Paquetà?

Paquetà ha solo 22 anni e il talento per rilanciarsi, ma la prossima stagione può essere importante per lui. Viene da 44 presenze totali con la maglia del Milan e un solo gol. Nell’ultima stagione 27 partite (13 da titolare) senza segnare, con 11 sostituzioni e la quartultima media voto della squadra secondo La Gazzetta dello Sport.

La società rossonera ha speso circa 38,4 milioni di euro per comprarlo dal Flamengo e rappresenta l’investimento più oneroso fatto dal fondo Elliott finora. Il Milan per evitare una minusvalenza deve cedere Paquetà ad almeno 25 milioni. Al momento, però, nessun club si è fatto avanti proponendo un’offerta del genere. La cessione a titolo definitivo è complicata.

Secondo quanto spiegato da La Gazzetta dello Sport, è più ragionevole pensare a un inserimento del brasiliano in un’operazione di scambio. Un’altra soluzione può essere il classico trasferimento in prestito per consentirgli di rilanciarsi in una piazza con meno pressioni.

Un’ultima opzione può essere quella di rimanere al Milan per cercare di giocarsi le sue carte. Tuttavia, questa sembra essere la meno quotata. Il club rossonero vuole puntare su giocatori capaci di dare delle garanzie e l’ex Flamengo non si è mostrato granché affidabile quando ha giocato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Milan e Raiola, idee diverse sul rinnovo di Donnarumma