CorSport – Tonali-Milan, Cellino pretende l’obbligo di riscatto

Ecco quale potrebbe essere l’ultimo intoppo da superare per il Milan in vista dell’arrivo di Sandro Tonali, obiettivo concreto dal Brescia.

Tonali Milan obbligo riscatto
Sandro Tonali (©Getty Images)

Il Milan procede ad ampie falcate verso l’acquisto di Sandro Tonali. Le premesse sono tutte positive, come confermato anche dal Corriere dello Sport.

Il calciatore ha dato il proprio benestare, mentre il Milan ha ormai superato la concorrenza dell’Inter e di alcuni club stranieri che avevano di recente sondato il terreno.

C’è però un ostacolo ancora da superare, che riguarda le richieste del patron bresciano Massimo Cellino. Il Milan offre un prestito da 10 milioni con diritto di riscatto già fissato (intorno ai 25-28 milioni). Ma il Brescia preferisce inserire una clausola per l’obbligo di riscatto.

L’idea di Cellino è quella di ottenere immediatamente garanzie economiche dal Milan, non lasciando nulla di irrisolto o di ipotetico nel momento della cessione di Tonali.

Appare difficile che un club come quello rossonero, dopo aver versato un prestito da 10 milioni, possa tirarsi indietro fra un anno e non riscattare Tonali. Ma formalmente Cellino vuole stare tranquillo e inserire subito l’obbligatorietà del riscatto a titolo definitivo.

Superata questa incomprensione Tonali dovrebbe prendere la via che porta a Milanello, a meno di colpi di scena dell’ultima ora.

LEGGI ANCHE -> RANGNICK TORNA A PARLARE DI MILAN