Pioli: “Milan, riprendiamoci l’Europa. Ibrahimovic recuperato”

Stefano Pioli affronta la consueta conferenza stampa a Milanello nel giorno che precede Shamrock Rovers-Milan, gara valida per il preliminare di Europa League.

Pioli conferenza Shamrock Milan
Stefano Pioli (foto AC Milan)

Per il Milan è la vigilia della sfida europea contro lo Shamrock Rovers. La squadra di Stefano Pioli giocherà a Dublino il primo dei tre match da superare per accedere alla fase a gironi dell’Europa League 2020-2021.

La società rossonera si aspetta che i giocatori superino gli avversari irlandesi, che comunque vengono molto rispettati e non sottovalutati. Fisicamente sono più avanti, però il Diavolo non può permettersi di non vincere. I valori tecnici sono diversi e devono emergere nella partita di domani.

Shamrock-Milan, Pioli in conferenza stampa

Mister Pioli alle 14:00 parla in conferenza stampa e noi di MilanLive riportiamo le sue dichiarazioni sui vari temi affrontati.

Sensazioni per il match europeo: “C’è emozione nel cominciare la nuova stagione, provando a concretizzare un percorso iniziato lo scorso anno. Abbiamo chiara la volontà di andare ai gironi. Ora pensiamo al match di domani, tre settimane di preparazione non sono tante ma saremo pronti”.

Lo Shamrock da non sottovalutare: “Nello sport e nella vita se dai qualcosa per scontato parti con l’atteggiamento sbagliato. Non sarà il nostro approccio. Loro giocano un calcio propositivo e moderno, hanno dei giocatori di qualità davanti e fisicamente stanno meglio di noi avendo fatto più gare ufficiali. Abbiamo una grande opportunità di giocare da Milan, ci siamo preparati bene. Purtroppo avremo delle assenze, ma quelli che giocheranno saranno preparati”.

La formazione: “L’importante è ripartire dalla nostra identità e dai nostri concetti di gioco. Sappiamo come dobbiamo affrontare la partita. Poi la formazione dipende dalla condizione dei giocatori. Tonali, Diaz e Tatarusanu sono qui da poco ma hanno idee chiare”.

La condizione dei giocatori: “Avevano bisogno di staccare, gli abbiamo concesso qualche giorno in più di riposo. Abbiamo fatto un percorso importante che ha richiesto un dispendio di energie elevato. Li ho trovati subito bene mentalmente alla ripresa. In queste tre settimane tutti gli allenamenti e le amichevoli le abbiamo affrontate con spirito giusto”.

Europa casa del Milan: “L’Europa è sempre stata l’habitat del club. Vogliamo tornarci, è importante. Siamo pronti, consapevoli delle difficoltà. Gli avversari stanno bene fisicamente, dobbiamo approcciare bene la gara e stare attenti”.

Condizione di Ibrahimovic: “Avrei preferito che avesse giocato qualche spezzone nelle ultime gare, ma ha recuperato completamente. È determinato, positivo, partecipe, disponibile e sempre competitivo. Un riferimento per la squadra”.

L’arrivo di Sandro Tonali: “È giovane, ma maturo e pronto. Appena arrivato, ma si vedono già le sue caratteristiche”.

Il mercato: “È iniziato in anticipo, la società ha voluto dare continuità a quanto fatto nella scorsa stagione. Sono contento della squadra che ho. Ora dobbiamo pensare alle partite. Il mercato è ancora lungo. Vogliamo iniziare bene la stagione, siamo concentrati su questo”.

Stagione con o senza Europa League: “Sicuramente con l’Europa è una cosa e senza è un’altra. Con le coppe ci sono più impegni da affrontare, però prima dobbiamo pensare a superare i tre turni preliminari. Ora pensiamo alla partita di domani, affrontiamola col piglio giusto. Ci aspettiamo ritmo e difficoltà, serviranno lucidità e qualità tecnica”.

Il feeling con il gol  anche nelle amichevoli: “Col nostro modo di giocare dobbiamo continuare ad essere pericolosi. Dobbiamo capire come comandare il gioco e fare male agli avversarsi. Ci sono situazioni nelle quali possiamo essere più veloci e lucidi. La voglia di verticalizzare e andare in area deve essere qualcosa di costante”.

Donnarumma maturato: “Gli ho fatto i complimenti per la sua presenza e come affronta i momenti qui a Milanello. Ha sempre voglia e partecipazione, sta crescendo tanto. L’anno scorso l’ho visto già maturo e pronto rispetto alla sua età”.

Lorenzo Colombo vice Ibrahimovic: “In Italia siamo strani, quando non viene dato spazio ai giovani vengono accusati allenatori e club. Quando troviamo dei giovani da mettere alla prova poi viene detto che servono dei vice. Penso che siamo completi in attacco, anche se domani mancheranno Leao e Rebic. Colombo potrà farsi trovare pronto quando sarà necessario”.

Situazione interna al Milan più serena: “In queste tre settimane si sono rafforzati ancora di più i rapporti. Ci siamo confrontati ancora di più per fare il meglio del Milan. Un passo importante”.

Tonali ha mostrato attaccamento al Milan e in generale nello spogliatoio c’è questo sentimento: “Avere un gruppo di ragazzi che sente la responsabilità di questa maglia e di far parte del Milan, facendolo tramite senso di appartenenza e felicità di stare qui, rappresenta un segnale importante. Ovviamente siamo qui per fare risultati. I tifosi saranno contenti nel vedere una squadra che darà tutto. Il gruppo è compatto e gioca con fiducia”.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Milan, missione Europa League da non fallire: i motivi