Milan, Hauge: “Settimana indimenticabile. Imparerò da Ibra”

Tanto entusiasmo per Jens Petter Hauge nel vestire la maglia del Milan e nell’avere Zlatan Ibrahimovic come compagno di squadra. È davvero molto motivato.

Jens Petter Hauge Milan
Jens Petter Hauge (foto acmilan)

Jens Petter Hauge ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da nuovo giocatore rossonero ai microfoni di Milan TV.

Il talento norvegese è partito parlando delle sue emozioni per questo trasferimento: “È stato un percorso lungo, però sono felice di essere ancora qui a Milano. È stato bello tornare a casa a Bodo dopo aver perso la prima partita in tutta la stagione contro il Milan. Abbiamo vinto una partita, ho ricevuto la mia prima convocazione in nazionale e sono tornato a Milano per firmare il primo contratto della mia vita. E’ una settimana che ricorderò per sempre”.

Successivamente Hauge ha parlato delle sue caratteristiche, che un po’ si sono già intraviste in Milan-Bodo/Glimt di Europa League: “Giocare a calcio è divertente: possesso palla, dribbling e qualità sono anche le mie caratteristiche da giocatore. Mi piace tenere palla, tentare il dribbling e far divertire i tifosi un po’ come un giocatore di futsal”.

Tra gol e assist non indica una preferenza, la cosa più importante è la vittoria della squadra: “Per me è lo stesso. Se segno io o un mio compagno mi rende felice allo stesso modo. L’importante è che vinciamo”.

Hauge è fiducioso sul suo inserimento nel Milan, gruppo con diversi giocatori giovani e qualcuno di esperienza: “So cosa vuol dire far parte delle giovanili e essere giovane. Farò del mio meglio per aiutare i giocatori più giovani che vengono dalle giovanili e allo stesso tempo imparerò dai compagni con più esperienza di me qui al Milan”.

L’esterno offensivo norvegese è felice di avere l’opportunità di giocare assieme a Zlatan Ibrahimovic, una leggenda del calcio scandinavo: “E’ un’opportunità incredibile. Posso imparare da uno dei migliori al mondo. Zlatan ha avuto una carriera fantastica e avere la possibilità di imparare da lui e parlare in norvegese o svedese sarà bello. Non vedo l’ora”.

Hauge ha spiegato pure la scelta di indossare la maglia numero 11: “Mi è sempre piaciuto molto, l’ho indossato quando giocavo al Bodo”.

Infine un messaggio ai tifosi milanisti, che già sui social network lo hanno accolto positivamente: “Ho ricevuto molti complimenti e mie messaggi dai tifosi militasti la settimana scorsa. Spero possano tornare presto allo stadio e spero di farti divertire”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Sorteggio gironi Europa League 2020 2021: orario e dove vedere