André Silva: “Milan? Le cose non andavano bene”

Andrè Silva ha parlato del suo trascorso al Milan, dichiarandosi oggi un giocatore migliorato. Un’esperienza mentalmente difficile da gestire per il portoghese ora all’Eintracht.

Andre Silva trattativa Eintracht Francoforte
André Silva (©Getty Images)

André Silva è stata una delle tante delusioni in casa Milan degli ultimi anni. L’attaccante, arrivato dal Porto nel 2017 per 38 milioni di euro, doveva essere un giocatore in grado di far compiere il salto di qualità alla squadra. Si è rivelato un autentico flop, segnando solo dieci reti in quarantuno presenze. Dopo il prestito al Siviglia, il giocatore è stato ceduto ancora in prestito all‘Eintracht, diventando un giocatore del club tedesco a titolo definitivo nella sessione di mercato appena conclusa.

Il portoghese è tornato a parlare della sua esperienza rossonera, intervistato dal sito ufficiale della Bundesliga: “Al Milan le cose non andavano bene. Ho vissuto un anno difficile e mentalmente complicato. Avevo voglia di qualcosa di nuovo e l’Eintracht è stata la scelta giusta. Oggi sono un giocatore diverso e migliorato, rispetto a quello del Milan. Mi sono ritrovato e a 24 anni sto bene con me stesso”.

REBIC: IL PUNTO SULL’INFORTUNIO

André Silva: “Cristiano Ronaldo il mio idolo”

L’arrivo di André Silva al Milan era stato applaudito addirittura da Cristiano Ronaldo. Il campione della Juventus lo riteneva il suo degno erede, in grado di far bene in rossonero. La storia ha detto altro. André Silva ha parlato proprio del suo idolo: “Sono cresciuto con i gol di Cristiano, con le sue giocate al Manchester United. Sarebbe bello fare quello che ha fatto lui. Lavorerò e farò del mio meglio”.