Bonaventura: “Milan? Ho accettato la scelta. Ibra come Ribery”

Giacomo Bonaventura ha lasciato il Milan al termine della scorsa stagione, dopo sei stagioni in rossonero. Ora l’attuale centrocampista della Fiorentina torna a parlare del suo passato.

Giacomo Bonaventura
Giacomo Bonaventura (foto acmilan.com)

Giacomo Bonaventura ha sempre dato tutto per il Milan nelle sei stagioni in rossonero, lasciando la squadra tra le lacrime al termine della scorsa stagione. Dopo una breve parentesi interlocutoria in cui ha deciso quale strada intraprendere, ha scelto la Fiorentina. Un futuro viola che non cancella un passato a forti tinte rossonere: “Ho accettato la scelta del Milan e sono andato avanti”. 

Bonaventura ha lasciato un Milan dove il leader maximo era Zlatan Ibrahimovic. Alla Fiorentina il ruolo è ricoperto da Franck Ribery, due calciatori che sembrano infiniti: “Entrambi mettono grande impegno e concentrazione in ogni allenamento. Hanno fatto capire a tutti che anche dopo i 35 si può fare la differenza”.

MILAN, THAUVIN SI COMPLICA

Bonaventura: “Fiorentina ha grandi prospettive”

In poco tempo Bonaventura si è inserito negli schemi del nuovo tecnico Iachini e si è dimostrato fiducioso del progetto viola. Un progetto che – secondo l’ex rossonero – può crescere molto: “È un club con grandi prospettive, ha un allenatore esperto e un presidente sempre vicino, che è importantissimo. Con il giusto mix di giocatori esperti e giovani può crescere tanto”.

Bonaventura era ambito da tanti club di Serie A, dopo l’addio al Milan, ma solo la Fiorentina l’ha convinto pienamente: “Ho avuto diverse offerte e mi sono preso un po’ di tempo per pensarci. Ero in ritiro con la Nazionale. Poi ho chiamato il club viola e ho detto sì”.

ECCO QUANDO DOVREBBE RIENTRARE REBIC