Robinho accusato di stupro in Italia: la decisione del Santos

Robinho è stato sospeso dal Santos dopo l’uscita delle intercettazioni sul caso che lo vede accusato di stupro in Italia. Il brasiliano era stato messo sotto contratto solo una settimana fa.

Robinho Santos
Robinho al Santos nel 2014 (©Getty Images)

L’avventura di Robinho al Santos si è già bloccata. Il club brasiliano ha annunciato ufficialmente che il rapporto con l’ex attaccante del Milan è sospeso. Una decisione legata all’uscita delle intercettazioni sul caso che lo vede accusato di stupro in Italia. Il fatto risale al 2013 quando Robinho a Milano avrebbe abusato di una ragazza albanese assieme a cinque compagni. Il brasiliano si è sempre difeso riportando la consensualità della giovane. Nel 2017 Robinho è stato però condannato per stupro a nove anni di carcere con l’amico Ricardo Falco.

Le intercettazioni – riportate da Globo Esporte – riportano di un Robinho che in sostanza si autoaccusa: “Sto ridendo perché non mi interessa. La ragazza era completamente ubriaca e non si ricorda cosa sia successo”. Molti tifosi non volevano il ritorno di Robinho al Santos e in tanti sui social stanno chiedendo l’estradizione in Italia.

SCONTRO CON RAIOLA PER I RINNOVI