Milan-Verona 2-2, tabellino e pagelle: Ibra croce e delizia, Calhanoglu non incide

Milan-Hellas Verona, tabellino e pagelle: il resoconto della partita di Serie A e le valutazioni della squadra di Stefano Pioli.

Milan Verona tabellino pagelle
Ibrahimovic e Calhanoglu (©Getty Images)

Stasera a San Siro si è disputata Milan-Verona, partita valida per la settima giornata del campionato Serie A 2020/2021. Il risultato finale 2-2 dopo 90 minuti più recupero con tante occasioni, soprattutto per i rossoneri.

La squadra di Ivan Juric avanti già al 6′ con Barak, che mette in gol dopo la traversa colpita da Ceccherini con un colpo di testa su corner. Al 19′ l’Hellas fa 2-0: dopo un angolo Zaccagni arriva al tiro al volo dal limite e Calabria nel tentativo di respingere colpisce male deviando il pallone in rete spiazzando Donnarumma. Al 27′ i rossoneri accorciano grazie all’autogol di Magnani, che devia il tocco aereo di Kessie e beffa Silvestri. La reazione milanista c’è.

Al 66′ Ibrahimovic tira alle stelle un calcio di rigore guadagnato da Kessie. Al 76′ Zlatan colpisce la traversa di testa e poco dopo Silvestri gli dice no su un’altra frustata aerea. All’89’ annullato il gol a Calabria, viziato da precedente tocco di braccio di Ibrahimovic. Al 93′ Ibrahimovic su cross di Brahim Diaz fa 2-2 di testa. Forcing finale del Milan che non produce poi la rete della vittoria.

Serie A, Milan-Verona: tabellino, voti e pagelle

RETE: 6′ Barak, 19′ Aut. Calabria, 27′ Aut. Magnani, 90+1′ Ibrahimovic

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjær, Gabbia, Theo Hernández; Bennacer, Kessié; Saelemaekers (45′ Rebic), Çalhanoğlu (87′ Hauge), R. Leão (78′ Brahim Diaz); Ibrahimović. A disposizione: Tătărușanu, A. Donnarumma, Conti, Dalot, Duarte, Gabbia, Tonali, Krunić, Castillejo, Hauge. All.: Pioli.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Lovato, Magnani (72′ Cetin); Lazović, Dawidowicz (63′ Tameze), Ilić (70 Udogie), Dimarco; Barak, Zaccagni; Kalinić (64′ Colley). A disposizione: A. Berardi, Pandur, Empereur, Amione, Terracciano, Salcedo, Di Carmine, Cancellieri. All.: Jurić.

AMMONITI: 33′ Ceccherini, 41’Lovato

ARBITRO: Guida

MILAN HELLAS VERONA: VOTI E PAGELLE

G. Donnarumma 6: sui gol del Verona non può nulla, per il resto compie un unico intervento su Kalinic e si fa trovare pronto.

Calabria 5,5: dalle sue parti Zaccagni fa un po’ quel che vuole ed è sfortunato in occasione dello 0-2 veronese. Nel secondo tempo il terzino bresciano cresce e gli viene anche annullato un gol.

Kjaer 6: ordinaria amministrazione per il centrale danese.

Gabbia 6: alla prima partita dopo la lunga assenza per il Covid se la cava.

Theo Hernandez 5,5: sbaglia due gol calciando dall’interno dell’area davanti a Silvestri, bravo comunque in entrambe le occasioni. Più efficace difensivamente che in fase offensiva.

Bennacer 5,5: non brillante in regia, l’algerino è in grado di fare molto meglio nella costruzione del gioco.

Kessie 6,5: sul suo inserimento nasce la deviazione di  Magnani che consente al Milan di portarsi sull’1-2. Sempre lui si guadagna il rigore che Ibra calcia alle stelle. In generale una prestazione più che sufficiente del mediano ivoriano.

Saelemaekers 5,5: dal suo cross nasce il primo gol rossonero, però il belga produce solo quello nei 45 minuti in campo, pur mostrando comunque la solita generosità (dal 46′ Rebic 5,5: non è ancora al 100% della condizione fisica e si nota, non riesce ancora ad essere incisivo come nei momenti migliori).

Calhanoglu 5: dopo l’infortunio alla caviglia non ha ancora effettuato una prestazione convincente. Meglio nel secondo che nel primo tempo, dato che combatte maggiormente ed è più al centro del gioco, però è sotto gli standard ai quali aveva abituato (dall’87’ Hauge sv).

Rafael Leao 6: sicuramente il migliore nel tridente offensivo, con la sua velocità crea non pochi problemi all’Hellas e su alcune giocate i compagni avrebbero potuto leggere meglio la situazione. Meglio a sinistra che a destra (dal 78′ Brahim Diaz 6: suo il cross che Ibra trasforma nel 2-2).

Ibrahimovic 5,5: fatica con Magnani, che vince quasi tutti i duelli, e poi sbaglia un calcio di rigore tirando clamorosamente alto. Si fa perdonare segnando il 2-2 al 93′ dopo aver colpito una traversa, però non è stata una buona serata per lo svedese.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> DIRETTA LIVE | Milan Verona, risultato in tempo reale: tutti gli aggiornamenti