Rocco Commisso punge Yonghong Li: “I miei soldi sono veri”

Yonghong Li e il Milan ancora nel mirino di Rocco Commisso, che intende gestire la Fiorentina facendo investimenti non folli.

Rocco Commisso punge Yonghong Li
Rocco Commisso (©Getty Images)

Non è un mistero che Rocco Commisso abbia provato a comprare il Milan prima di acquistare la Fiorentina. Fece un’offerta concreta nell’estate 2018, ma non ebbe successo.

Ai tempi il club era di proprietà di Yonghong Li, che poi lo perse a favore del fondo Elliott Management per i noti motivi. Il misterioso uomo d’affari cinese è poi sparito dalla circolazione, riapparendo mesi fa su Twitter. Rimangono molti dubbi sulla sua gestione.

Commisso, interpellato da Lady Radio, ha ribadito di voler portare la Fiorentina in alto attraverso investimenti che però non saranno irrazionali: «Ho investito già 300 milioni in due anni ed è scoppiato il Covid, il nostro monte stipendi è cresciuto del 40% e i ricavi sono calati. Non farò  le stupidaggini che ha fatto Yonghong Li al Milan. I soldi della Mediacom sono veri. Senza ricavi non possiamo competere con chi ha 400-500 milioni di fatturato. Non metterò mai ogni anno 50 o 100 milioni».

Il magnate italo-americano ci ha tenuto a ribadire che la sua gestione non sarà come quella di Yonghong Li al Milan, quando venne spesa una montagna di denaro generando un peggioramento del bilancio e la successiva perdita del club da parte dell’imprenditore cinese. Commisso ha altre idee per la società viola e conta di realizzare il suo progetto nei prossimi anni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Calciomercato Milan, il colpo a centrocampo può arrivare dal Portogallo