Bennacer prende in giro Theo Hernandez: “Non sa parlare il francese”

Bennacer scherza con Theo Hernandez, il francese che non conosce il francese. Il terzino spagnolo potrebbe ancora diventare spagnolo.

theo hernandez bennacer
Theo Hernandez e Ismael Bennacer (©Getty Images)

Theo Hernandez è francese ma non sa parlare il… francese. Sembra assurdo ma a quanto pare è così, e a rivelarlo è un suo compagno di squadra. Ismael Bennacer è intervenuto nel corso del programma Milan With Love: Next Gen e ha preso in giro il terzino sinistro. Che è nato a Marsiglia, in Francia, ma ha vissuto gran parte della sua vita in Spagna. Nelle interviste, infatti, soprattutto all’inizio, parlava soltanto lo spagnolo.

Oggi, dopo le dichiarazioni di Bennacer, capiamo il perché. “Nello spogliatoio parliamo tante lingue, ma soprattutto l’italiano. Io parlo francese e lo sto insegnando a Theo Hernandez perchè non sa parlarlo. Conosco anche lo spagnolo“, ha detto in maniera scherzosa il centrocampista poco fa.


Leggi anche:


Theo Hernandez è francese o spagnolo?

Bennacer Theo Hernandez

Come abbiamo scritto poco fa, Theo Hernandez è nato a Marsiglia ed è francese ma ha trascorso gran parte della sua vita in Spagna. Fin dalle giovanili, ha sempre giocato lì: aveva solo 10 anni quando tutto è iniziato. La sua vita quindi è stata fortemente influenzata da questo aspetto. Ma c’è un dettagli che non bisogna sottovalutare: finora Theo Hernandez non ha nessuna presenza con la Nazionale maggiore, ma solo con le selezioni giovanili.

A proposito. Proprio in una di queste occasioni ha avuto modo di giocare con Bennacer, quando ancora l’ex Empoli veniva convocato dalla Francia prima di scegliere definitivamente l’Algeria.

E come Bennacer ha scelto l’Algeria, non è da escludere che Theo Hernandez possa scegliere la Spagna. Lui ha origini spagnole perché il suo bisnonno era originario di Girona. Così come Lucas Hernandez, il fratello maggiore del milanista, che però ha già avuto modo di giocare con la Nazionale maggiore. Theo ancora no, ed è per questo che può ancora ripensarci e magari scegliere la Spagna, se Luis Enrique un giorno dovesse decidere di convocarlo.