Ex Milan, Pazzini lascia il calcio: “Avventura pazzesca”

L’ex attaccante del Milan e della Nazionale italiana Giampaolo Pazzini ha detto addio al mondo del calcio giocato ufficialmente.

Pazzini addio calcio
Giampaolo Pazzini (Getty Images)

Oggi si è ufficialmente ritirato dal calcio giocato uno tra gli attaccanti italiani più prolifici degli ultimi 20 anni.

Si tratta di Giampaolo Pazzini, ormai ex centravanti che ha indossato maglie di club molto importanti. Il ‘Pazzo’ ha annunciato sui suoi profili social di voler appendere gli scarpini al chiodo.

“Ciao Calcio, sono passati più di 30 anni da quando ci siamo conosciuti. Ero un bambino la prima volta che ho stretto un pallone tra le mani, da allora è diventato un amico inseparabile”. Questo l’incipit della commovente lettera pubblicata da Pazzini.

Leggi anche > Golden Boy 2020, tutti i vincitori

Pazzini è nato a Pescia nel 1984. Ha iniziato a giocare nell’Atalanta, club che lo ha lanciato in Serie A nella stagione 2004-2005. Successivamente ha indossato le maglie di squadre di primo piano, come Fiorentina, Sampdoria, Inter, Milan e Verona. Senza dimenticare l’esperienza estera al Levante.

In rossonero è sbarcato nell’agosto 2012. Resterà per tre stagioni, ottenendo 86 presenze complessive condite da 24 reti. La sua esperienza milanista è stata purtroppo intralciata da un paio di infortuni seri nella stagione 2013-2014.

Inoltre Pazzini vanta 25 presenze e quattro reti con la maglia della Nazionale maggiore italiana, con la quale ha anche preso parte al Mondiale 2010 in Sudafrica.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giampaolo Pazzini (@pazzini)