Napoli, quante critiche a Di Lorenzo: “Tre regali al Milan”

Tante critiche da Napoli per Giovanni Di Lorenzo, uno dei peggiori in campo fra gli azzurri. Ha fatto tre regali al Milan. 

Di Lorenzo Napoli
Giovanni Di Lorenzo e Ante Rebic (©Getty Images)

Una notte di fuoco e fiamme per il Milan di Daniele Bonera, scelto dal club per sostituire Stefano Pioli e Giacomo Murelli, entrambi alle prese con il Covid-19. In quel di Napoli, la squadra rossonera conquista tre punti molto pesanti. Una partita interpretata benissimo da Ibrahimovic&Co dal punto di vista tattico. Ed è proprio sotto questo aspetto che il Milan è riuscito a vincere la partita e a portarsi a casa uno scontro diretto importante (in uno stadio difficile).

Tutto il Napoli non ha convinto a pieno, eccetto Matteo Politano e pochi altri. Ma secondo molti colleghi partenopei, il peggiore in assoluto è stato Giovanni Di Lorenzo. Parere condiviso anche sui social dai tifosi, anche se riconoscono che non è l’unico ad aver giocato male. Il terzino è stato preso particolarmente di mira per degli errori che hanno inevitabilmente condizionato l’esito della partita.


Leggi anche:


“Di Lorenzo ha giocato con il Milan”

Nel primo tempo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si mangia clamorosamente la rete del pareggio: Donnarumma era sdraiato, in area c’era del caos e l’ex Empoli poteva tranquillamente appoggiarla in porta, e invece ha preso la traversa. Dopodiché, un’altra serie di errori che sono costati carissimo al Napoli: prima costringe Bakayoko al secondo giallo – e quindi all’espulsione -, poi si perde Hauge in occasione del terzo gol.

Anche la seconda rete è nata proprio dal suo lato, con Rebic che è riuscito a liberarsi sul sinistro e a metterla in mezzo per Ibrahimovic quasi indisturbato. Insomma, una serata no per Di Lorenzo che non sta affrontando un periodo particolarmente positivo. Molte critiche anche per Fabian Ruiz, che ha perso tanti palloni importanti ed è risultato lento nella costruzione dell’azione. Merito anche del Milan, bravissimo nel mettere in difficoltà il palleggio azzurro e a chiudere le linee di passaggio.