Kjaer pilastro del Milan: anche l’Atalanta sbaglia

Simon Kjaer si è preso il Milan. All’Atalanta il danese faticava a trovare spazio e Maldini e Massara hanno colto l’occasione

Kjaer leader Milan
Simon Kjaer (©Getty Images)

Simon Kjaer l’insostituibile. Il centrale danese è l’unico calciatore del Milan ad averle giocate tutte. I minuti in cui è sceso in campo l’ex Atalanta sono già 1452: sempre titolare e mai sostituito – se non in una circostanza, contro il Bologna – in 9 partite di campionato, e 7 di Europa League (3 nella fase preliminare).

Il classe 1989 – arrivato a gennaio insieme a Zlatan Ibrahimovic e subito bocciato dalla critica, oltre, che dai tifosi – ha fatto ricredere proprio tutti e si è preso il Milan. Oggi è un pilastro della squadra di Stefano Pioli, che come visto, non ci rinuncia mai.

Leggi anche:

Nuovo leader

Kjaer è uno dei leader, dentro e fuori dal campo. I compagni riconoscono la sua leadership e crescono accanto a lui. L’acquisto di un giocatore bocciato dall’Atalanta di Gasperini, che raramente non indovina un acquisto, è certamente, dunque, un altro grande successo di Maldini e Massara, che non sbagliano davvero più un colpo.

Il contratto di Kjaer scadrà nel 2022 ma la volontà di entrambe le parti è quella di proseguire insieme, almeno per un’altra stagione e il rinnovo potrebbe arrivare a breve. Kjaer è fondamentale per questo Milan e tutti oggi ce ne siamo accorti.