Milan, allarme Calhanoglu: il rinnovo si complica

Non arrivano buoni segnali per il prolungamento del contratto di Hakan Calhanoglu, sempre vicino alla scadenza nel 2021.

Rinnovo Calhanoglu complicato
Hakan Calhanoglu (foto acmilan)

Un pedissequo quanto continuo lavoro sui fianchi. È ciò che sta facendo il Milan in queste settimane per provare a risolvere la situazione dei contratti in scadenza.

Come è noto, sono diverse le situazioni intricate ed impellenti. Ma se sul fronte Donnarumma e Ibrahimovic filtra un certo ottimismo, lo stesso non si può dire per un altro titolarissimo.

La firma di Hakan Calhanoglu al momento appare piuttosto lontana e tutt’altro che scontata. Colpa delle divergenze tra il club rossonero e il suo entourage.

Leggi anche > Milan, ecco il doppio colpo nel 2021

Secondo la Gazzetta dello Sport appare sempre più complesso il rinnovo di Calhanoglu. Una vera e propria corsa contro il tempo per il Milan.

Il contratto attuale del numero 10 turco scade esattamente tra sette mesi. In tempi calcistici è davvero pochissimo, visto che già a fine gennaio Calhanoglu potrebbe accordarsi con un altro club a costo zero.

L’ostacolo è sempre l’alto ingaggio richiesto da Gordon Stipic, agente del turco. A metà dicembre andrà in scena un incontro tra il procuratore e i dirigenti del Milan. Massima priorità ai rossoneri, ma le distanze al momento sembrano incolmabili.

Calhanoglu chiede circa 7 milioni di euro a stagione, il Milan al momento è fermo a 3,5-4 netti (bonus compresi). Distanze eccessive, visto anche il momento particolarmente difficile per il mondo del calcio a livello economico-finanziario.