“Eriksen umiliato da Conte”: l’attacco all’allenatore dell’Inter

Conte sta ricevendo alcune critiche per il trattamento a Eriksen, inserito solo nel recupero di Inter-Bologna e in generale spesso escluso.

Eriksen umiliato da Conte
Christian Eriksen (©Getty Images)

L’esperienza di Christian Eriksen all’Inter si sta rivelando un fallimento. Antonio Conte non lo vede nel suo progetto tecnico-tattico, tra i due non c’è grande feeling.

L’allenatore nerazzurro è al centro di molte critiche per aver più volte inserito il danese nei minuti finali delle partite. Una scelta difficile da mandare giù per un giocatore come l’ex Tottenham, che vorrebbe essere una prima scelta e non un calciatore da buttare dentro quando il match è praticamente finito.


Leggi anche:


Caso Eriksen: Hareide contro Conte

In molti pensano che Conte stia umiliando Eriksen. Tra coloro che appartengono a questa corrente di pensiero c’è Age Fridtjof Hareide, ex commissario tecnico della Danimarca, che in un’intervista a B.T. Sport è stato molto chiaro: «Se è un’umiliazione? Sì, penso lo sia. Non è mai divertente rimanere fuori dall’undici di partenza, ma è umiliante essere messo in campo in pieno recupero, come capitato lo scorso weekend».

Il centrocampista danese è entrato al 91′ in Inter-Bologna, molti considerando umiliante per lui la scelta di Conte. Sicuramente l’ex Tottenham lascerà Milano nella prossima finestra invernale del calciomercato. Sarebbe sorprendente se rimanesse in maglia nerazzurra, dove non ha spazio per dimostrare le sue grandi qualità.