Milan, i numeri dell’attacco: manca solo Rebic

Si sta comportando benissimo l’attacco del Milan in questa stagione. Ma manca ancora il guizzo di un elemento importante.

Rebic manca gol
Giovanni Di Lorenzo e Ante Rebic (©Getty Images)

Una delle componenti del Milan odierno che sta funzionando meglio è certamente l’attacco. I numeri parlano chiaro per la squadra di Stefano Pioli.

24 reti segnate in dieci giornate di campionato, a cui aggiungere le 12 nella fase a gironi di Europa League e le 7 nei turni preliminari.

L’attacco rossonero non è soltanto Zlatan Ibrahimovic, che resta comunque il ‘re’ dei bomber con 11 gol ufficiali. Il Milan ha dimostrato di saper essere letale anche quando manca il campione svedese.

Leggi anche > Milan-Parma, le ultime di formazione

I componenti del reparto offensivo del Milan finora hanno tutti fatto valere le proprie qualità sotto porta. Hakan Calhanoglu ha cominciato a segnare con continuità, realizzando 5 reti tra campionato e coppe.

Nonostante lo spazio inizialmente limitato, anche Brahim Diaz e Jens-Petter Hauge si stanno esaltando: 4 reti a testa finora per i due giovanissimi talenti.

Rafael Leao è fermo a tre centri, per colpa dell’infortunio muscolare che lo ha frenato per diverse settimane. Stesso score per Samu Castillejo, anche lui spesso decisivo quando entra dalla panchina.

Ma alla festa del gol manca ancora Ante Rebic. Il croato non è riuscito a sbloccarsi, nonostante di recente abbia spesso giocato da prima punta titolare.

L’ex Eintracht sta ripetendo le prove dello scorso campionato: a secco per tutta la prima parte, per poi scatenarsi nel girone di ritorno. Il Milan si augura che al giro di boa Rebic possa cominciare a timbrare il cartellino.

Ma Pioli non è affatto preoccupato: nonostante la casella dei gol fatti reciti ancora zero, Rebic si sta esibendo in prove positive, di grande aiuto alla squadra. Inoltre ha già contribuito a 5 reti del Milan con altrettanti assist vincenti.