Tonali: “Bello vincere al Milan. Ibra grande leader”

Tonali ribadisce la sua soddisfazione nell’essere approdato al Milan. Ha grandi motivazioni e spera anche di andare al prossimo Europeo.

Tonali Gattuso idolo
Sandro Tonali (©Getty Images)

Sandro Tonali ha coronato il grande sogno di approdare al Milan, squadra che tifa fin da bambino, e vuole affermarsi con la maglia rossonera.

Il centrocampista ex Brescia ha vinto il premio “Best Italian Player U21” di Tuttosport e alla premiazione ha così parlato del suo trasferimento a Milanello: «Andare al Milan è stata una delle cose più belle che ho vissuto. Vincere con loro è una cosa ancora più bella, speriamo di continuare».


Leggi anche:


Tonali su Gattuso, Ibrahimovic e altro

Non è un mistero che Gennaro Gattuso sia un suo idolo e Tonali ne ha parlato nel seguente modo oggi: «Mi ha dato parecchi consigli che ho già detto in altre interviste. Ho un grande rapporto con lui, spero di continuare e conoscerlo ancora meglio».

Successivamente il numero 8 del Milan ha parlato del suo inserimento nel gruppo, dove c’è un leader come Zlatan Ibrahimovic: «Con Ibra è stato il più facile, scherza molto e vive molto i compagni. È il nostro leader. Con gli italiani avevo già un bel rapporto prima, gli altri alcuni li conoscevo da avversari. Siamo un unico gruppo, tutti bravi ragazzi che stanno correndo bene».

Nei Sedicesimi di Europa League i rossoneri affronteranno la Stella Rossa, avversaria alla portata: «Sensazioni positive – spiega – una la devi prendere. Eravamo pronti ad affrontare qualsiasi squadra».

Tonali spera di essere convocato da Roberto Mancini per l’Europeo 2021: «Sarei onorato di essere tra i 23. Cerchiamo di dare tutto ogni settimana, manca tanto alla prossima estate. Bisogna essere concentrati sulle partite del club, non è un segreto ma bisogna pensare un match alla volta».

Sandro spiega di non avere uno specifico giocatore al quale ispirarsi: «Non mi piace averne. Anni fa mi ispiravo a Modric, è un giocatore anche bello da vedere quando gioca. Non voglio guardare a un giocatore e dire “Mi ispiro a questo».