Paquetà dal Milan al Lione: Garcia spiega i motivi dell’acquisto

Rudi Garcia è soddisfatto dell’arrivo di Paquetà al Lione. L’ex Milan sta convincendo l’allenatore, che si aspetta grandi cose dal brasiliano.

Paqueta Milan Lione parla Garcia
Lucas Paquetà (©Getty Images)

Sicuramente la cessione di Lucas Paquetà è stata molto importante per il Milan nell’ultima finestra del calciomercato. Il club ha incassato 20-21 milioni di euro dal Lione, una buona cifra dopo la pessima stagione del giocatore.

Vero che il valore è calato rispetto ai 38 milioni che i rossoneri avevano speso nel gennaio 2019 per comprare il brasiliano dal Flamengo, tuttavia non c’era la possibilità di vendere a condizioni migliori. L’offerta migliore è arrivata dalla Francia, dove il centrocampista sta cercando di rilanciarsi.


Leggi anche:


Rudi Garcia su Paquetà al Lione

Paquetà elogi PSG Lione
Lucas Paquetà e Neymar (©Getty Images)

Rudi Garcia è contento di avere un calciatore come Paquetà e in conferenza stampa ha provato a spiegare cosa non abbia funzionato in Serie A: «Lo conoscevo bene perché giocava in Italia. Al Milan ha avuto tre allenatori diversi in poco tempo. Con Gattuso aveva fatto buone cose, poi ha avuto problemi con Giampaolo e non ha trovato spazio con Pioli».

L’allenatore del Lione è convinto che l’ex Flamengo possa crescere tanto e rilanciarsi dopo la passata stagione negativa al Milan: «Bisogna fare i complimenti a Juninho, che lo conosceva da quando giocava in Brasile. È un giocatore di livello internazionale. Siamo felici che sia tornato in Nazionale dopo l’arrivo a Lione. Ero sicuro fosse un calciatore con grandi qualità e sta mantenendo le aspettative che avevamo su di lui».

Garcia, ex tecnico della Roma, ha elogiato le caratteristiche di Paquetà: «Ha grande talento. È molto bravo nelle giocate di prima e in verticale. Potrebbe fare di più in quanto ad assist e gol. Inoltre è generoso, si spende molto per i compagni anche nel lavoro difensivo. È un piacere allenarlo, spero continui così».

Finora 0 gol e 0 assist per il brasiliano in Francia. Tuttavia, le sue prestazioni sono state apprezzate per lo spirito e la qualità che ha messo in campo. Ovviamente a Lione si attendono che sia maggiormente decisivo negli ultimi 20-25 metri.