Milan, decisione presa | Rescissione a gennaio

Il calciatore sarebbe ormai pronto a rescindere il contratto con il Milan già durante la prossima sessione invernale.

Rescissione Milan
Paolo Maldini e Stefano Pioli (©Getty Images)

Il Milan guarda con estremo ottimismo al prossimo anno solare, visto il primo posto in campionato e la crescita totale della rosa.

Non mancano però i calciatori scontenti, nonostante l’ambiente di Milanello sia straordinariamente compatto in questo momento.

Mateo Musacchio è la voce fuori dal coro. Il difensore argentino, rientrato da poco dopo un lungo infortunio, è uno dei pochissimi a non aver giocato neanche un minuto in gare ufficiali.

Leggi anche:

Musacchio rescinde: futuro in Spagna?

Come riportato oggi da Tuttosport, Musacchio non può essere contento. Non c’è solo la scarsa partecipazione nell’economia della squadra, ma anche una situazione contrattuale non semplice.

Il numero 22 del Milan è infatti in scadenza. Il 30 giugno prossimo si libererà dall’accordo con il Milan dopo quattro stagioni, senza alcuna possibilità di rinnovare la collaborazione.

E nelle ultime ore si parla con una certa sicurezza dell’addio anticipato di Musacchio. L’argentino potrebbe a breve trattare con il club la rescissione contrattuale già per il mese di gennaio.

Una situazione quasi forzata, con il Milan che sembra pronto ad accontentare le richieste del difensore e del suo entourage. Probabile dunque lo svincolo a sei mesi dalla naturale scadenza, anche se andrà trovato l’accordo sull’eventuale buonuscita.

Il futuro di Musacchio è al 100% lontano da Milanello. La carriera del classe ’90 potrebbe proseguire in Spagna, dove ha già lasciato ottimi ricordi dopo la sua lunga esperienza al Villarreal. Chissà che non siano proprio i ‘gialli’ ad accogliere nuovamente il centrale per la seconda parte di stagione.