Milan, da Plizzari a Pobega: il punto sui giocatori in prestito

L’analisi dei giocatori che il Milan ha ceduto a titolo temporaneo nella scorsa finestra del calciomercato.

Milan Plizzari Pobega giocatori prestito
Tommaso Pobega e Brahim Diaz (©Getty Images)

Il Milan nel corso dell’ultima sessione del calciomercato ha ceduto alcuni giocatori con la formula del prestito. Oggi andiamo ad analizzare la loro situazione attuale nelle rispettive squadre.


Leggi anche:


Milan, il punto sui calciatori in prestito

Laxalt scambio Celtic Milan
Diego Laxalt (©Getty Images)

Alessandro Plizzari (Reggina) – È titolare della squadra neopromossa in Serie B, ha collezionato 9 presenze e subito 15 gol. A inizio stagione ha dovuto saltare alcune partite a causa della positività al Covid-19. È una stagione importante per lui, però il reparto difensivo non lo aiuta molto. Mai un clean sheet per Plizzari. 9 gol presi nelle ultime 4 gare di campionato, troppi.

Mattia Caldara (Atalanta) – Solo una presenza in questa stagione, poi un altro grave infortunio: lesione del tendine rotuleo. Sta proseguendo il lavoro di recupero e nel 2021 tornerà a giocare. Vedremo a giugno se l’Atalanta deciderà di esercitare il diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro.

Gabriele Bellodi (Alessandria) – Solo quattro presenze messe insieme. Sicuramente il difensore 20enne si aspettava di giocare con maggiore continuità. Poco prima di metà dicembre stiramento collaterale mediale del ginocchio destro, almeno 40 giorni di stop.

Diego Laxalt (Celtic) – Il laterale uruguayano si è imposto subito come titolare in Scozia. 14 presenze e un gol. Il caso ha voluto che in Europa League il Celtic incontrasse proprio il Milan. Il prestito secco potrebbe trasformarsi in un trasferimento a titolo definitivo a gennaio o a fine stagione, dato che il club di Glasgow è contento del rendimento dell’ex Genoa.

Tommaso Pobega (Spezia) – Ha fatto la preparazione agli ordini di Pioli, poi è andato in Liguria a farsi le ossa. Ha trovato spazio, mettendo insieme 9 presenze e anche due reti. Si è tolto lo sfizio di segnare un gol alla Juventus, anche se la sua squadra ha perso 4-1. A fine stagione spera di poter tornare a Milanello per rimanere.

Frank Tsadjout (Cittadella) – Avrebbe dovuto rimanere in Belgio con il Charleroi, come nella passata stagione, invece poi c’è stato un cambio di piani ed è rientrato in Italia per giocare in Serie B. 10 presenze e 2 gol finora nella squadra allenata da Venturato, terza nella classifica del campionato. Sta giocando con continuità e questo è importante per lui.