Spezia-Milan, da Sconcerti a Borghi: i commenti sul ko rossonero

Spezia-Milan, un ko pesantissimo quello dei rossoneri al Picco. Nel day after non mancano i commenti dei giornalisti su una sconfitta che ha stupito per la pessima prestazione di Ibra e compagni 

Spezia-Milan
Ibrahimovic e Mandzukic (Getty Images)

Zero tiri in porta, 2 gol subiti e un tracollo (nel punteggio) evitato. Questo in estrema sintesi, il riassunto della sconfitta del Milan con lo Spezia. Un 2-0 che potrebbe pesare tantissimo per i rossoneri nella lotta per la vetta della classifica con il rischio, visti i prossimi impegni con Inter e Roma e la classifica cortissima, di essere risucchiati anche nella bagarre per un posto tra le prime 4 che vale la qualificazione in Champions League.

Non poteva non far discutere il pesante ko di Ibrahimovic e compagni. L’indomani  non mancano i commenti autorevoli dei giornalisti che hanno analizzato la sconfitta dei rossoneri, cercando di spiegare i motivi della stessa. Ne abbiamo raccolti alcuni di seguito.


Leggi anche 


Spezia-Milan, i commenti alla sconfitta

Mario Sconcerti (Corriere della Sera): “Ci sono stati momenti in cui il Milan è stato messo sotto in maniera martellante. Lo Spezia è come se avesse giocato a flipper e la pallina era il Milan. C’è stata una pure inferiorità tattica. Questo non butta via il campionato per il Milan ma lo riapre per tutti (…) Cancella la crescita indefinita della squadra e la sensazione che fosse diventata il nuovo riferimento.”

Stefano Borghi (Telecronista Dazn di Spezia-Milan): “E’ sempre stato in emergenza e ha avuto tante assenze, il Milan ha speso tanto in questi mesi. Pioli è arrabbiato ma sta già macchinando le soluzioni per le partite che arrivano. Credo che la reazione passi dal sopperire con la convinzione mentale a questa fisiologica stanchezza.”

Simone Bastoni Spezia Milan
Simone Bastoni esulta in Spezia-Milan per il gol del 2-0 (©Getty Images)

Luca Serafini (post su Facebook): “Queste lezioni hanno un senso se non gli si dà seguito. Per quanto preparato e organizzato, hai fatto sembrare lo Spezia il Brasile del ’70. E’ colpa tua caro Milan. Rialzatevi e fateci capire che non ci siamo sbagliati sognando (…) La debacle è stata mentale non fisica. Il disastro è stato l’atteggiamento. Per assurdo, in questi casi, l’allenatore non deve strigliare o alzare la voce. Ognuno deve leggere dentro di sè da solo e capire cosa non va.”

Luigi Garlando (Gazzetta dello Sport):Mai visto quest’anno un Milan così molle e senza fame. Neppure con 7 assenti contro la Juve è stato messo sotto così. Prima trasferta senza gol dopo 26 di fila. Preso a pallate da uno Spezia favoloso. Black out totale. Ibrahimovic compreso.”

Andrea Ramazzotti (Corriere dello Sport): “Milan troppo brutto per essere vero. Il dato emblematico è quello degli zero tiri in porta (…) Lo Spezia andava il doppio del Milan non solo perché i bianconeri stavano meglio ma soprattutto perché erano più compatti e aggressivi. (…) Al Milan ora non resta che tifare per l’altra Aquila, quella della Lazio.”

Stefano De Grandis (opinionista Sky Sport): “Il Milan non ha fatto un tiro in porta. Il ko mi ha sorpreso. E’ stato un no contest. Dalot peggiore in campo, sovrastato da Saponara.”