Ibrahimovic, possibile rinnovo col Milan: l’apertura di Gazidis

Gazidis assolutamente aperto a un eventuale prolungamento contrattuale di Ibrahimovic, che nonostante l’avanzata età è importante al Milan.

Gazidis Ibrahimovic
Ivan Gazidis e Zlatan Ibrahimovic (foto acmilan.com)

Ha quasi 40 anni, ma Zlatan Ibrahimovic continua ad essere un giocatore di altissimo livello. Con il ritorno al Milan ha dimostrato di poter risultare ancora decisivo. Le sue prestazioni e i suoi numeri parlano chiaro.

Il centravanti svedese ha sempre avuto una grande cura del suo fisico e anche i gravi infortuni sono stati superati. Ovviamente non può essere lo stesso calciatore di dieci anni fa, ma ha grande intelligenza e sa gestirsi in campo. Tocca anche a Stefano Pioli capire quando è meglio farlo riposare.


Leggi anche:


Gazidis apre al rinnovo di Ibrahimovic

Ibrahimovic derby
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Il Milan nei prossimi mesi dovrà decidere se puntare ancora su Ibrahimovic per la prossima stagione. Ovviamente il rendimento sarà elemento fondamentale nelle valutazioni. Ci sarà un confronto tra lui e la dirigenza per decidere se proseguire ancora insieme. In caso di risposta positiva, toccherà poi avviare una trattativa con Mino Raiola per il nuovo contratto.

Ivan Gazidis in un’intervista concessa al podcast Futbol Grant Wahl ha speso parole di elogio nei confronti di Zlatan e ha aperto a un possibile rinnovo contrattuale: «Lui rappresenta un’eccezione alle regole, non so come faccia. Ha voglia e motivazioni incredibili. Si tratta di una grande sfida per lui, sta segnando tanti di gol e tutta la squadra è con lui. È un esempio per i giovani. Perché non continuare? Se continua a giocare così, se fisicamente riesce e continua ad essere così, se la sua famiglia accetterà il fatto che continui in Italia… Perché non continuare?».

Attualmente Ibra percepisce un ingaggio da 7 milioni di euro netti annui, bisognerà vedere se tale cifra verrà confermata in caso di prolungamento del contratto. Oggi è sicuramente presto per parlare di una trattativa, serve attendere la primavera per avere le idee più chiare sul futuro dell’attaccante. Un ruolo importante lo avrà anche la moglie Helena, rimasta in Svezia con i figli.