Champions League, Highlights Porto-Juventus: gol e sintesi | Video

Porto-Juventus, andata degli ottavi di finale di Champions League: cronaca e video highlights del match 

Porto-Juventus
Porto-Juventus (Getty Images)

Pronti, via e il Porto passa subito in vantaggio dopo un minuto. Incredibile patatrac difensivo dei bianconeri con Bentancur che sbaglia il retropassaggio a Szczęsny. Ne approfitta Taremi. Scivolata sul tentativo di rinvio del portiere, rimpallo favorevole all’attaccante iraniano e Porto avanti 1-0. Chi si attendeva una pronta reazione della Juventus resta deluso. I restanti 44 minuti della prima frazione si risolvono, infatti, in un possesso di palla sterile di entrambe le squadre. Zero le occasioni da gol prodotte con i bianconeri mai in grado di impensierire la retroguardia lusitana.

Cristiano Ronaldo non combina nulla, tanti gli errori tecnici dei compagni. A peggiorare la situazione l’ennesimo infortunio muscolare di Chiellini costretto ad abbandonare il campo prima dell’intervallo sostituito da Demiral. Porto, dunque, in gestione senza affanni con Szczęsny mai impegnato dopo lo svarione iniziale. Al 45′, gli uomini di Conceicao conducono 1-0.


Leggi anche 


Porto-Juve, il secondo tempo

L’approccio della Juve alla ripresa è terrificante, peggio del primo. Dopo 20 secondi, discesa di Manafa che serve Marega solo in area. Tiro del maliano e Szczęsny capitola per la seconda volta. Il Porto raddoppia e getta ancora più nello sconforto una Juventus mai entrata in campo.

Al 51′, la Juventus rischia di capitolare nuovamente. Sergio Oliveira si invola dalla mediana e arriva indisturbato in area. Fortunatamente per i bianconeri la conclusione del mediano del Porto è troppo debole e centrale con Szczęsny  che respinge con annessa strigliata ai compagni.

PER IL VIDEO CON I GOL E GLI HIGHLIGHTS DI PORTO-JUVE | CLICCA QUI 

Il primo tentativo di tiro della Juventus arriva addirittura al 65′ con Bentancur che conclude dai 30 metri con Marchesin che controlla la palla sorvolare ampiamente la traversa. Pirlo fa entrare Morata ma passano i minuti e il torpore continua ad avvolgere i bianconeri mai in grado di impensierire la retroguardia di casa. Il guizzo tanto atteso arriva all’82 con Rabiot che crossa in area per Chiesa che arriva in corsa e batte di prima intenzione Marchesin.

E’ il gol, insperato e inaspettato, che toglie un pò di pressione alla Juve. Finisce 2-1 per il Porto tra le proteste dei bianconeri per un presunto fallo da rigore su Cristiano Ronaldo, episodio sul quale l’arbitro lascia correre.  Tra tre settimane serve ben altra prestazione rispetto a quella odierna per ribaltare il risultato al cospetto di un avversario che resta comunque alla portata.