Insulti razzisti a Ibra: il comunicato della Stella Rossa

La serata di Europa League di ieri, tra Milan e Stella Rossa, si è macchiata con degli insulti razzisti gridati dagli spalti verso Zlatan Ibrahimovic.

Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

In campo, Stella Rossa e Milan, non si sono risparmiate tra agonismo, gol e colpi di scena, tuttavia la gara ha visto l’ombra del razzismo. L’intestatario degli insulti a sfondo razziale è stato Zlatan Ibrahimovic, che seppur svedese di nascita e passaporto, è di discendenza bosniaca-croata.

La gara, seppur a porte chiuse, ha visto la presenza di qualche tifoso invitato dal club, e proprio uno di questi ha rivolto al gigante svedese un epiteto a tema razziale, pronunciando la parola “balija”, un termine dispregiato utilizzato da alcuni serbi per disprezzare i bosniaci.

Il calciatore non ha reagito alle provocazioni provenienti dagli spalti, ma le urla non sono passate inosservate, scatenando l’odierna reazione del club di Belgrado che ha diramato un comunicato ufficiale in merito alla questione.


Leggi anche:


Il comunicato della Stella Rossa di Belgrado

La UEFA ha sempre combattuto col pugno di ferro il razzismo, promuovendo campagne anti discriminatorie durante le rassegne europee. Non ultimo il presunto caso di razzismo in Paris Saint Germain-Basaksehir, dove il quarto uomo Coltescu fu accusato (e poi scagionato, NDR) di razzismo, portando alla sospensione della gara.

L’ultimo presunto episodio ieri, quando alcuni tifosi hanno urlato un termine dispregiativo a contenuto razziale verso Ibrahimovic, il quale ha scelto di non segnalare ai commissari UEFA la questione, salita però subito alle cronache.

La Stella Rossa di Belgrado, oggi, ha diramato un comunicato ufficiale dove condanna l’episodio e si scusa col calciatore per l’accaduto.

L’Ansa, poco fa ha diramato il comunicato ufficiale del club serbo:

“La Stella Rossa condanna nella maniera più ferma le frasi offensive nei riguardi di Zlatan Ibrahimovic. Come società abbiamo fatto di tutto affinchè l’organizzazione dell’incontro fosse al livello di due grandi squadre, e non consentiremo che un singolo primitivo getti una macchia sulla tradizionale ospitalità del nostro Paese e del nostro popolo. La Stella Rossa si scusa nella maniera più sincera con Zlatan Ibrahimovic per l’episodio spiacevole”