Osimhen, che paura: l’azzurro perde i sensi in Atalanta-Napoli

Victor Osimhen è stato preda di uno svenimento nel finale di Atalanta-Napoli. Un grande spavento per la squadra e i tifosi! La ricostruzione

Osimhen
Osimhen in Atalanta-Napoli (©Getty Images)

Oltre alla pesante sconfitta subita a Bergamo, gli azzurri hanno dovuto far i conti con la preoccupazione per lo svenimento di Victor Osimhen. L’attaccante nigeriano, che ha giocato l’intera partita dal 1’ minuto, ha perso i sensi nel finale.

Intorno al 90’ minuto, Osimhen si è accasciato a terra privo di coscienza. Dopo uno scontro di gioco, il giocatore aveva battuto violentemente la testa sul terreno e non rispondeva più agli stimoli. Gli uomini dei soccorsi si sono immediatamente recati sul campo. Un grandissimo spavento per tutto lo staff del Napoli e i giocatori!

Conosciamo bene i problemi di salute che hanno investito Osimhen nell’ultimo periodo. Il Covid e il longevo problema alla spalla avevano tenuto l’attaccante ex Lille lontano dal campo per diversi mesi.

È rassicurante sapere che comunque Osimhen ha ripreso coscienza subito dopo l’accaduto, quando si trovava sull’ambulanza. Chiaramente il calciatore è stato poi trasportato nell’ospedale più vicino: dovrà essere sviluppato un quadro clinico per comprendere la natura del suo svenimento.


Leggi anche:


La serata storta del Napoli

Una serata del tutto storta per il Napoli e Gattuso. Lo spavento per Osimhen è soltanto la ciliegina sulla torta, dato che gli azzurri hanno perso contro un’Atalanta in ottima forma per 4-2.

Lo stesso Osimhen è apparso poco convincente e non è stato protagonista di azioni importanti. Il Napoli per due volte aveva provato a recuperare il risultato: prima trovando l’1-1 grazie al gol di Zielinski; poi, sul 3-1 per i bergamaschi, l’autogol di Gosens aveva acceso la speranze per gli azzurri. Ma sul 3-2, Romero ha poi chiuso la partita mettendo a segno il quarto gol, di testa su sviluppi da calcio d’angolo.

Insomma, adesso la situazione classifica si complica nuovamente per Gattuso e i suoi. Un settimo posto che pesa parecchio, dato che la zona Champions League è distante di 3 posizioni.

Nettamente diversa la situazione per i bergamaschi, che invece approdano ufficialmente al 4 posto della Serie A.