Dalot, altra probabile esclusione: riscatto sempre più lontano

È altamente probabile che anche domani ci sia Kalulu ad occupare la fascia destra di difesa. È un chiaro segnale del mancato rinnovo di Diogo Dalot? 

Pioli Dalot
Pioli e Dalot (©Getty Images)

Domani si disputerà Milan-Stella Rossa, gara di ritorno dei sedicesimi di Europa League. San Siro farà da palcoscenico all’importante sfida, alla quale il Milan è chiamato alla vittoria. Il 2-2 dell’andata ha sicuramente complicato i piani, ma i rossoneri possono contare sulle due reti messe a segno in trasferta.

Non si sa ancora quale sarà la formazione ufficiale che Pioli schiererà in campo per fronteggiare la Stella Rossa di Stankovic. Ma è facile fare delle previsioni sugli ipotetici 11 rossoneri che partiranno da titolari. Prendendo in considerazione il reparto di difesa è altamente quotata la presenza di Pierre Kalulu sulla fascia destra.

Davide Calabria, titolarissimo in campionato, partirà con molta probabilità dalla panchina. Nel weekend ci sarà la Roma da affrontare e Pioli punta ad un leggero turnover per preservare la condizione dei titolari. Stessa strategia era stata adottata nella gara d’andata contro i serbi, e sempre Pierre Kalulu aveva occupato il ruolo di terzino destro.

Un cambio di rotta del tecnico parmigiano, dato che a Calabria aveva quasi sempre sostituito Diogo Dalot. Ma dopo la prestazione assolutamente insufficiente contro lo Spezia, il giovane portoghese è stato messo chiaramente in discussione. La scelta di Pioli di puntare su Kalulu in Europa League, anche lui terzino destro naturale, pone in ombra Diogo Dalot ed accende contemporaneamente delle incognite sul suo futuro in rossonero.


Leggi anche:


A rischio il riscatto di Diogo Dalot?

Pierre Kalulu, quando è stato chiamato ad aiutare la squadra, si è sempre dimostrato pronto e all’altezza della sfida. Sia da centrale di difesa che da terzino, il francese ex Lione ha espresso con costanza ottime prestazioni. È un giocatore molto fisico, in grado di marcare a uomo l’avversario e perde davvero pochissimi scontri nell’1vs1.

Stessa cosa non si direbbe di Diogo Dalot, che al Milan è stato artefice di prestazioni molto altalenanti. In una sola gara il terzino portoghese aveva dimostrato buone prestazione, ovvero nella partita dei gironi d’Europa League contro lo Sparta Praga. In quella sfida aveva messo a segno un gol e servito un assist.

Ma dopo quella prova di forza, il cammino di Diogo è stato totalmente in discesa e la gara contro lo Spezia di Italiano ha rappresentato la ciliegina sulla torta, in negativo. Il fatto che anche in Europa League nel ruolo di terzino destro sia stato preferito Kalulu fa riflettere e non poco.

Il francese ha esordito da professionista quest’anno, ma sta conquistando un posto da favorito nelle gerarchie. Difatti, adesso Dalot rappresenterebbe la terza riserva nel ruolo di terzino destro. Ciò è sintomo di una riflessione da parte della società sul riscattare il portoghese?

È molto probabile! In Europa League era stato il suo il posto da titolare nella fascia destra. Se adesso le cose sono cambiate, è più probabile che il Milan non scelga di riscattare Diogo Dalot dal Manchester United.