Roma-Milan 1-2 pagelle e tabellino: Rebic decisivo, Tomori-Kjaer promossi

Le pagelle di Roma-Milan, il posticipo della 24^ giornata di Serie A. I rossoneri conquistano tre punti pesantissimi.

Rebic
Ante Rebic (©Getty Images)

Un primo tempo molto movimentato quello dell’Olimpico fra Roma e Milan. Inizia benissimo la squadra di Stefano Pioli, che rischia di andare in rete in più di un’occasione. Tomori la mette dentro, ma viene annullato per fuorigioco. L’opportunità più clamorosa è per Ibrahimovic che approfitta di un errore di Pau Lopez e di tacco prova a segnare a porta vuota, la palla finisce fuori di pochissimo. La Roma cresce e si rende pericolosa. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, Fazio commette un’ingenuità su Calabria: è rigore, e Kessie lo realizza. Vediamo i voti del primo tempo.

Nel secondo tempo la partita si accende: la Roma trova quasi subito la rete del pareggio con Jordan Veretout, bello il suo destro dal limite dell’area di rigore. C’è però la reazione del Milan, con Pioli che intanto toglie Ibrahimovic per Leao. Il protagonista dell’azione è Rebic, che con un sinistro in diagonale batte Pau Lopez dopo un controllo eccezionale. Poi anche il croato è costretto al cambio per un infortunio. La Roma recrimina per un calcio di rigore non fischiato per fallo di Theo. Il Milan soffre nel finale ma porta a casa tre punti pesantissimi.


Leggi anche:


Roma-Milan, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6 – Il tiro di Veretout è bello e ben piazzato, e probabilmente anche deviato: difficile parare.

Calabria 6 – Si conquista il calcio di rigore realizzato da Kessie e appare leggermente in crescita rispetto alle ultime uscite.

Kjaer 6,5 – Sfiora la rete con un bel colpo di testa che si stampa sulla traversa. Presenza imponente in area di rigore.

Tomori 6,5 – I tifosi lo hanno chiamato a gran voce, e Pioli li ha accontentati. Ancora una volta la sua è una prestazione superiore alla sufficienza per forza fisica, senso della posizione e fisicità. Spettacolare nel primo tempo il recupero in velocità su Veretout.

Theo Hernandez 6 – A dieci minuti dalla fine rischia di provocare un rigore per un’ingenuità, per fortuna l’arbitro fischia fallo contro. Nel complesso, una buona prestazione ma non ancora ai suoi livelli.

Kessie 6,5 – Un rigore perfetto il suo, come sempre. Poi ci mette la solita intensità in mezzo al campo per difendere una vittoria fondamentale.

Tonali 6 – Straordinario il salvataggio nel primo tempo sulla conclusione a botta sicura, e ravvicinata, di Mkhitaryan. In fase difensiva aiuta tanto ma manca ancora in personalità e forza (dall’82’ Meite sv).

Saelemaekers 6,5 – Uno dei più criticati dell’ultimo periodo, stasera dà una bella risposta. Bravo nell’assist rapido e coi tempi giusti per Rebic – che poi fa tutto il resto (dall’82’ Castillejo sv).

Calhanoglu 5 – Probabilmente limitato dal problema fisico che lo costringerà ad uscire a fine primo tempo, il trequartista continua il suo momento negativo. Il turco fatica a trovare la posizione e ad entrare in partita, mentalmente e tatticamente (dal 46′ Brahim Diaz 5 – Come prima dell’infortunio, lo spagnolo non riesce ad entrare bene in partita. Che poi si fa più complicata per lui quando Pioli gli chiede di fare la punta dopo l’infortunio di Rebic).

Rebic 7,5 – Un primo tempo da scatenato, una rete nella ripresa da campione: riceve da destra, controllo stupendo e poi finisco ad incrociare perfetto per battere Pau Lopez (dal 67′ Krunic sv).

Ibrahimovic 5,5 – Continua anche per lui un momento poco brillante. Nel primo tempo inizia bene, ma spreca un’occasione clamorosa: ha voluto provare il tacco quando c’era il passaggio facile a Calhanoglu. Anche per lui probabilmente un problema muscolare che lo costringe al cambio (dal 55′ Leao 6 – Non entra benissimo, ma poi cresce. Bellissima la giocata in mezzo a due, meno il tiro sul secondo palo. Nei minuti finali è chiamato ad una prova di sacrificio).