Zaccheroni: “Il Milan ha un solo obiettivo. Deve vincerle tutte”

Il Milan deve credere ancora nello scudetto. Parola di Alberto Zaccheroni. Il tecnico, ex rossonero, invita la squadra di Pioli a non mollare 

Milan
Milan (© Getty Images)

Dopo il doppio passo falso, contro Spezia e Inter, il Milan ha ripreso la sua corsa in campionato, battendo la Roma. La squadra di Stefano Pioli è adesso a 4 punti dalla capolista ma ha un vantaggio di ben 8 lunghezze sul quinto posto.

Il club rossonero, così come Stefano Pioli, ha sempre fissato come obiettivo la qualificazione alla prossima Champions League. Ritornare nell’Europa che conta sarebbe un passo in avanti importante per una squadra che vuole tornare al top. Servono gli introiti della coppa delle ‘grandi orecchie’ per puntellare una rosa, che ha ancora qualche difetto.

E’ innegabile però che il Milan, ad oggi, guardando la classifica, risulta essere la prima avversaria dell’Inter nella corsa scudetto.

Il vantaggio dei nerazzurri è importante ma 14 partite da giocare sono davvero tante e gli intoppi, come abbiamo visto, sono sempre dietro l’angolo.


Leggi anche:


Obiettivo scudetto

Il Milan ha dunque l’obbligo di farsi trovare pronto qualora i cugini dovessero rallentare la corsa. L’ex tecnico dei rossoneri, che con il Milan ha vinto uno degli scudetti più inaspettati della storia, Alberto Zaccheroni, è convinto che nulla è stato ancora scritto:

“Il Milan deve giocare per un solo obiettivo, vincere il campionato. Guai a fare calcoli – afferma il mister ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, in edicola stamani – Ora conta vincerle tutte. Il Milan ha qualcosa in più rispetto alle altre, ossia la qualità del gioco. La squadra di Pioli forse non è la migliore, ma è quella che gioca meglio”.

Fermare l’Inter sarà possibile? – “È difficile, ma se c’è una squadra che può togliere lo scudetto ai nerazzurri quella è il Milan”.

L’importante lavoro di Pioli – “Sta facendo molto bene, ha trovato la quadra prima e meglio degli altri: è su questa certezza che deve continuare”.

La rincorsa allo scudetto riparte dall’Udinese, altra squadra allenata da Zaccheroni – “È una squadra fisica e di qualità. Se avessero un vero uomo gol lotterebbero per le coppe”.

Leao, talento puro – “Ha qualità molto importanti, che spaccano una partita. È un istintivo, non legge le situazioni, dunque non può fare il centravanti. Bisogna sfruttare le sue doti di corsa e tecnica. A sinistra nel 4-2-3-1 può esplodere””