Ibrahimovic, maglia del Milan ad Amadeus e Fiorello: “Questo derby l’ho vinto io”

Zlatan Ibrahimovic ha concluso la sua partecipazione a Sanremo con un gesto simbolico verso i due conduttori interisti.

Maglia Milan Amadeus Fiorello
Ibrahimovic, Fiorello e Amadeus a Sanremo (©Getty Images)

Si è concluso ieri, ormai in tarda nottata, il 71° Festival di Sanremo, l’evento televisivo e canoro più atteso e chiacchierato dell’anno.

Ed è terminata anche la primissima esperienza sul palco per Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante del Milan ha fatto discutere e parlare di sé, sia in termini positivi che con critiche negative.

Ibra ha partecipato come spalla ai conduttori Amadeus e Fiorello per quattro serate. A conti fatti un’esperienza gradevole per lo svedese, che si è concesso, battute, monologhi, dichiarazioni interessanti e persino qualche palleggio sul palco dell’Ariston.


Leggi anche:


Ibra e le maglie rossonere regalate ai due interisti

Nella serata conclusiva del Festival, Ibrahimovic si è dilettato persino in un discorso motivazionale dedicato a tutti, sportivi e non.

Ibra ha anche ringraziato l’Italia, definita la sua seconda casa, un paese che gli ha dato persino la possibilità di apparire in prima serata su Rai Uno.

Le ultimissime battute lo hanno visto portare in dono agli interisti doc Amadeus e Fiorello due maglie del Milan, con i loro nomi ed il numero 21 (anno corrente) sul retro.

Vi ho portato un regalo – ha detto Zlatan – Questo derby del Festival l’ho vinto io“. Da domani l’attaccante classe ’81 tornerà alla sua solita routine calcistica, rientrando definitivamente a Milano, pronto a recuperare dall’infortunio subito contro la Roma.

Il Festival, per la cronaca, è stato vinto a sorpresa dal giovane gruppo rock dei Maneskin, con il leader Damiano che si è dichiarato un grande tifoso romanista. Secondo posto per il duo Fedez-Francesca Michielin (lei tifosissima della Juventus), mentre al terzo posto Ermal Meta, appassionato del Napoli.

E i cantanti tifosi del Milan? Quinto posto per Irama, che ha ammesso di simpatizzare per i colori del diavolo. Soltanto quattordicesima la rossonera doc Malika Ayane.